Salta il Consiglio su ASV. Scontro tra maggioranza e opposizione

di La Redazione
Politica
26 luglio 2018

Salta il Consiglio su ASV. Scontro tra maggioranza e opposizione

Pares: 'Comportamento da biasimare'. Abbaticchio attacca la 'vecchia politica'

Doveva essere l’occasione per fare il punto sullo stato dell’Azienda Servizi Vari, ma la discussione non è mai partita. Il Consiglio Comunale di ieri, riunitosi in seduta monotematica dedicata alla partecipata di Palazzo Gentile, è stato sciolto prima di entrare nel merito della questione, su richiesta della maggioranza che sostiene il governo cittadino. 

Una vicenda che ha fatto storcere il naso all’intera minoranza. Le perplessità maggiori sono state espresse dalla Federazione “Pares”, che riunisce tutte le sigle della sinistra d’opposizione - meno il PD. "La Federazione - si legge in una nota pubblicata sui social - […] non può che biasimare il comportamento di quei consiglieri che hanno abbandonato l’aula, non consentendo un proficuo dibattito sulla partecipata”.

“Tale atteggiamento non può non far sorgere dubbi sulle motivazioni che hanno spinto ad assumerlo - hanno continuato le forze politiche, spiegando che la seduta era stata richiesta anche da dieci consiglieri di maggioranza - La speranza è che la ‘pace ritrovata con l’Azienda’ che ha consentito di assumere ‘almeno 10 nuovi netturbini, che si occuperanno dello spazzamento, della raccolta, del trasporto e dello smaltimento dei rifiuti solidi urbani di Bitonto e frazioni’, come pure la tempestiva pubblicazione del bando per la ricerca di figure professionali da inserire nel CdA dell’Azienda, con conseguenti gradite ‘spartizioni’ di posti di sottogoverno, nulla c’entrino con l’uscita dall’aula”.

Tra le contestazioni mosse a tutta la maggioranza c’è quella di non aver consentito un confronto sullo stato finanziario dell’Azienda, che, nell’esercizio 2017, avrebbe maturato perdite per diverse centinaia di migliaia di euro - secondo qualcuno ammortizzabili con il nuovo bilancio che sarà discusso nelle prossime ore. Il sindaco Michele Abbaticchio, però, non ci sta e questa mattina ha affidato ai social la “sua” versione dei fatti, precisando che, assieme al direttore dell’azienda, Giuseppe Pasculli, è rimasto in aula per rispondere ai quesiti della minoranza: “Ieri, al contrario di quanto asserisce falsamente qualcuno in un comunicato stampa di vecchia politica (e non mi riferisco certamente al dato anagrafico), la Giunta Comunale con il sottoscritto è stata presente, con il Direttore ASV, per dare di conto a chiunque in Consiglio Comunale. Ed io, che come persona non varrò nulla ma ho ancora il diritto di parlare, stavo replicando a delle mozioni critiche quando ho visto chi le muoveva allontanarsi. E siamo rimasti li, difronte ai cittadini e giornalisti intervenuti, a rispondere ed a far intervenire il Direttore stesso. Solo dopo tutto questo il Consiglio comunale si è concluso, non certo per scelta della maggioranza”.