Ieri la quinta edizione della Notte Bianca del Bosco

Massimiliano Dilettuso
di Massimiliano Dilettuso
Cultura e Spettacoli, Video
26 agosto 2017
Photo Credits: Lisa Fioriello

Trekking notturno, luci e spettacoli folk al polmone verde. Il video

Nella serata di ieri, il Bosco di Bitonto ha ospitato la V edizione della Notte Bianca del Bosco, evento organizzato dal Comune di Bitonto in collaborazione con l'Associazione “Fare Verde” di Bitonto.

La rassegna, divenuta col tempo un appuntamento fisso del cartellone della Bitonto Estate, ha ospitato diverse centinaia di persone che – armate di tenuta ginnica, scarpe da trekking e torcia alla mano – hanno visitato parte del bosco seguendo i tre percorsi prestabiliti: Mediterraneo, semplice escursione libera in compagnia dei canti e balli della tradizione popolare con gli artisti di "Ta.Tara.Tatà Bitonto Folk Festival”; Celtico un girobosco con le guide di “Fareverde” e “Murgia Enjoy” con il racconto dinamico delle storie celtiche della leggenda di Avalon a cura di Okiko & The Drama Company; Red, escursione lunga a cura del trekkers Corrado Palumbo.

Nel piazzale centrale e nei pressi della Masseria di Città, invece, ampio spazio a musiche popolari e ad una ricca ludoteca riservata ai più piccoli.

“Da cinque anni a questa parte veniamo al Bosco di Bitonto per sperimentare un ritmo lento – ha spiegato Rocco Mangini ai microfoni di BitontoTvAnche questa volta l’estate passa dal bosco e siamo molto contenti di come questa manifestazione sia stata organizzata”.

“Bisogna puntare sul Bosco di Bitonto perché è l’unico polmone verde della nostra città e va valorizzato in tutti i modi, non solo con questi tipi di eventi ma anche con altri che lo facciano ritornare in auge come in passato. Questo è un modo per far incontrare la natura con la cultura e l’arte” ha asserito Beppe Cazzolla, referente bitontino di Fare Verde Onlus.

Un’occasione singolare, quella della Notte Bianca del Bosco, per riscoprire un’area verde troppo spesso sottovalutata, e per anni abbandonata all’incurie e all’inciviltà. Da cinque anni a questa parte, invece, il polmone verde della città di Bitonto sembra essere tornato al suo antico splendore, ma il lavoro dell’Amministrazione Comunale sembra non fermarsi qui: “l’obiettivo finale è creare una progettualità stabile e quotidiana”, spiega l’assessore Mangini.

 

Guarda la gallery completa

_DSF1788.jpg
_DSF1864.jpg
_DSF1843.jpg
_DSF1718.jpg
_DSF1722.jpg
_DSF1777.jpg
_DSF1724.jpg
_DSF1822.jpg
_DSF1682.jpg
_DSF1700.jpg