Errore!

Nessun banners coincide con la richiesta


SELECT * FROM cms_module_banners WHERE (category_id = "3") AND (expires > '2019-08-18 08:57:42' or isnull(expires)) AND (max_impressions = 0 OR num_impressions < max_impressions) ORDER BY RAND() LIMIT 0,1

Errore!

Nessun banners coincide con la richiesta


SELECT * FROM cms_module_banners WHERE (category_id = "2") AND (expires > '2019-08-18 08:57:42' or isnull(expires)) AND (max_impressions = 0 OR num_impressions < max_impressions) ORDER BY RAND() LIMIT 0,1

Bitonto Tv

Errore!

Nessun banners coincide con la richiesta


SELECT * FROM cms_module_banners WHERE (category_id = "1") AND (expires > '2019-08-18 08:57:42' or isnull(expires)) AND (max_impressions = 0 OR num_impressions < max_impressions) ORDER BY RAND() LIMIT 0,1
Cronaca e Attualità
22/07/2014

La povertà scende in piazza: le 'donne coraggio' chiedono attenzione per la loro condizione

'Abbiamo perso tutto e ci stanno togliendo anche la dignità'
Poche ma agguerrite le “donne coraggio” - come le ha chiamate qualcuno negli scorsi giorni – che in questi giorni hanno inscenato una protesta in piazza Moro per chiedere attenzione da parte dell’amministrazione comunale per una situazione di povertà divenuta col tempo insostenibile. Così sette donne e i loro figli si sono date appuntamento davanti al monumento dedicato a Tommaso Traetta per manifestare il proprio disagio. Su un pezzo di cartone, con un pennarello, la denuncia: “Abbiamo perso tutto e ci stanno togliendo anche la dignità. La gente povera aumenta mentre qualcuno si arricchisce”. Mentre promettono: “In silenzio faremo un gran rumore” e “la speranza non muore mai”. Qualcuno sui social network non ha esitato a chiamarle “donne coraggio”. “Da sole e senza alcuna 'protezione' politica - racconta chi le conosce di persona - sono scese in piazza per pretendere il loro diritto a vivere dignitosamente per non rischiare con le loro famiglie, di morire di fame e di finire per strada… fra di loro infatti, ci sono diverse mamme che hanno già ricevuto provvedimenti di sfratto e non sanno più a che santo votarsi, Santi Medici compresi”.
Le accuse non sono rivolte solo all’amministrazione in carica ma anche a quelle passate: gran parte delle protagoniste della protesta sono le stesse di altre manifestazioni simili, scese in piazza anche con i governi Valla e Pice. Adesso però intendono fare sul serio e presentare al sindaco di Bitonto Michele Abbaticchio una petizione per dare maggiore forza alla protesta. Per questo promettono di tornare presto in piazza e raccogliere altre adesioni.
BitontoTV Staff

Commenti

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento


Codice nella foto:
Fare attenzione a Maiuscolo/minuscolo

Il tuo Nome(*):

Email(*):

Sito WEB:
Comprensivo di http://

Commento(*):
Inserendo il testo del messaggio e cliccando su invia, dichiari di aver letto ed accettato i termini del Regolamento per l'inserimento dei Commenti, consultabile alla omonima pagina in menu

*Campi Obbligatori

Testata giornalistica – Reg. stampa n.29/08 del 15/10/2008 Tribunale di Bari - Direttrice responsabile: Marica Buquicchio
Copyright © 2011 Francesco Paolo Cambione - via Solferino, 25 - 70032 Bitonto (Ba) - P.IVA 05064920720 | Supporto redazione e WebTV - THESIS s.r.l.