Errore!

Nessun banners coincide con la richiesta


SELECT * FROM cms_module_banners WHERE (category_id = "3") AND (expires > '2019-06-27 12:28:19' or isnull(expires)) AND (max_impressions = 0 OR num_impressions < max_impressions) ORDER BY RAND() LIMIT 0,1

Errore!

Nessun banners coincide con la richiesta


SELECT * FROM cms_module_banners WHERE (category_id = "2") AND (expires > '2019-06-27 12:28:19' or isnull(expires)) AND (max_impressions = 0 OR num_impressions < max_impressions) ORDER BY RAND() LIMIT 0,1

Bitonto Tv

Errore!

Nessun banners coincide con la richiesta


SELECT * FROM cms_module_banners WHERE (category_id = "1") AND (expires > '2019-06-27 12:28:19' or isnull(expires)) AND (max_impressions = 0 OR num_impressions < max_impressions) ORDER BY RAND() LIMIT 0,1
Cultura e spettacolo
07/07/2014

'Giochiamo con moderazione', Acogi sensibilizza le scuole

Il progetto, promosso dall'associazione che tutela i consumatori del gioco, sarà presto diffuso sul territorio nazionale

L'ACOGI, Associazione Italiana consumatori e operatori del gioco, è lieta di presentare un concreto contributo informativo in grado di favorire un approccio sano e responsabile verso il gioco da parte dei giovani e prevenire, con la collaborazione di docenti e famiglie, il Gioco D'Azzardo Patologico (GAP).

 


"Giochiamo con moderazione", è il progetto presentato presso gli Istituti secondari bitontini che hanno accolto con entusiasmo la proposta progettuale dei componenti l'Osservatorio sul gioco Acogi, sostenendo la necessità di monitorare il comportamento dei giovani in età scolare, tra i 13 e i 16 anni, nell'utilizzo del prodotto gioco con vincita in denaro.
Il progetto si articola in due fasi: la prima di monitoraggio, attraverso la somministrazione di un questionario con la conseguente raccolta dati e la seconda, operativa, che prevede un percorso didattico di 20 ore con l'intervento di esperti del settore.
La mission è informare la popolazione giovanile scolarizzata, che rappresenta una delle fasce più a rischio, sulle problematiche legate ad un approccio compulsivo verso il gioco guidandoli ed educandoli, all'autocontrollo nonché ad abitudini di gioco sane.
Il progetto avviato a livello locale su un campione di 230 ragazzi, si estenderà prima nei capoluoghi di provincia e successivamente su tutto il territorio nazionale.

 


Dalla raccolta e dall' elaborazione dei dati nel territorio locale, sono emersi dati interessanti: per quel che riguarda la frequenza di gioco, i giovani ricorrono a tale attività "2 o 3 volte al mese" nel 48% dei casi, in entrambi i sessi, mentre addirittura il 15% lo fa "2 o 3 volte a settimana", annoverando tra le tipologie di gioco preferite le scommesse sportive (50%) ed i tornei di giochi a carte (21%).
Interessanti anche i dati relativi i luoghi prescelti per l'attività di gioco: per il 52% la scelta ricade sui centri scommesse/sale gioco, il 19%bar/tabacchi, il 16% sceglie internet.
Dalle risultanze dei dati raccolti è emerso che i giovani, prediligendo i centri scommesse e sale giochi, considera il gioco soprattutto come momento di condivisione, socializzazione e aggregazione mentre per una percentuale minima, quella che utilizza internet, il gioco è un momento di isolamento e occasione di allontanamento dai problemi di vita quotidiana.
Il denaro destinato al gioco nell'89% dei casi va da un minimo di un euro ad un massimo di 10 euro" e per il 7% "supera i 30 euro"; soldi che derivano principalmente dalla paghetta dei genitori (61%).
Attraverso un'analisi più approfondita emerge che il 26,53% dei soggetti che giocano con maggiore frequenza, credono che tale attività possa essere una "possibilità di guadagno".
E' infine risultato che un miglior rendimento nelle prestazioni scolastiche, riduce di gran lunga le possibilità di vedere nel gioco delle occasioni di appagamento personale e/o economico.
Il compito affidato alle Istituzioni scolastiche è importantissimo; esse devono insieme alla famiglia, strutturare, solidificare e rinforzare, l'educazione e la formazione dei giovani in maniera completa.

 


Per tali motivi Acogi confida nel sostegno degli Istituti secondari superiori per la realizzazione anche della seconda parte della proposta progettuale che ad oggi, sulla scorta dei soli dati raccolti su territorio bitontino, ha meritato un'interrogazione parlamentare formulata dal Deputato del PD On.le Alberto Losacco. L'On.le ha sottoposto ai ministri dell'istruzione e della Salute il quesito relativo a quale iniziativa il Governo intende adottare per il prossimo anno scolastico per promuovere, d'intesa con la Regione Puglia, una campagna di informazione e sensibilizzazione nelle scuole a partire da quelle dell'obbligo.
E' decisamente una importante occasione di confronto che può condurre verso un adeguato intervento di prevenzione del Gap solo con la collaborazione di associazioni di categoria come l'Acogi, docenti e famiglie.

 

 

Dott.ssa Stefania Vacca
ASSOCIAZIONE ITALIANA DEI CONSUMATORI E DEGLI OPERATORI DEL GIOCO
Vico 14 Marzo 1848, N. 3/5 - 70032 Bitonto(Ba) - Tel/Fax 0803741336
e-mail: info@acogi.it - www.acogi.it

 

BitontoTV Staff

Commenti

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento


Codice nella foto:
Fare attenzione a Maiuscolo/minuscolo

Il tuo Nome(*):

Email(*):

Sito WEB:
Comprensivo di http://

Commento(*):
Inserendo il testo del messaggio e cliccando su invia, dichiari di aver letto ed accettato i termini del Regolamento per l'inserimento dei Commenti, consultabile alla omonima pagina in menu

*Campi Obbligatori

Testata giornalistica – Reg. stampa n.29/08 del 15/10/2008 Tribunale di Bari - Direttrice responsabile: Marica Buquicchio
Copyright © 2011 Francesco Paolo Cambione - via Solferino, 25 - 70032 Bitonto (Ba) - P.IVA 05064920720 | Supporto redazione e WebTV - THESIS s.r.l.