Errore!

Nessun banners coincide con la richiesta


SELECT * FROM cms_module_banners WHERE (category_id = "3") AND (expires > '2019-05-23 05:00:52' or isnull(expires)) AND (max_impressions = 0 OR num_impressions < max_impressions) ORDER BY RAND() LIMIT 0,1

Errore!

Nessun banners coincide con la richiesta


SELECT * FROM cms_module_banners WHERE (category_id = "2") AND (expires > '2019-05-23 05:00:52' or isnull(expires)) AND (max_impressions = 0 OR num_impressions < max_impressions) ORDER BY RAND() LIMIT 0,1

Bitonto Tv

Errore!

Nessun banners coincide con la richiesta


SELECT * FROM cms_module_banners WHERE (category_id = "1") AND (expires > '2019-05-23 05:00:52' or isnull(expires)) AND (max_impressions = 0 OR num_impressions < max_impressions) ORDER BY RAND() LIMIT 0,1
Politica
09/04/2014

Windows Xp va in pensione. I rischi per la PA

L'OS di Microsoft serve i computer degli uffici comunali di Bitonto. Pericolo attacchi malware

Windows XP, il sistema operativo di Microsoft, è da ieri ufficialmente in "pensione". L'azienda di Bill Gates non rilascerà più aggiornamenti sulla sicurezza destinati all'operating system presente da tredici anni sul mercato. Con pesanti conseguenze sulle pubbliche amministrazioni che ne fanno largo utilizzo.

 

Tra queste il Comune di Bitonto, che monta sulla stragrande maggioranza dei personal computer a servizio della macchina amministrativa proprio XP. Nonostante la proroga dell'efficacia del programma antivirus Security Essentials fino al luglio 2015, il software diventerà il bersaglio prediletto per attacchi malware. Un pericolo che nessun ufficio pubblico può permettersi di correre. Data la mole dei database destinati all'esercizio e all'erogazione di servizi. E il funzionamento dei software comunali legati inevitabilmente agli aggiornamenti rilasciati da Microsoft.

 

Bitonto rientra tra il 24 percento di quelle amministrazioni che utilizza pesantemente l'OS Microsoft. Non solo. Dai funzionari comunali si apprende che alcuni computer montino addirittura Windows Vista, surclassato da Windows 7 e non più disponibile sul mercato. Nonostante i ripetuti avvisi giunti dalla Microsoft, Bitonto non ha ancora aggiornato i propri pc con Windows 7 o Windows 8. Un upgrade che richiederebbe un importante sforzo economico, assieme ad una adeguata formazione del personale comunale. E, in via preliminare, un censimento completo dei sistemi operativi utilizzati dalla struttura comunale. Ad oggi mai fatto.

 

Da Palazzo Gentile fanno sapere che a breve la struttura, in accordo con l'Assessorato alle Innovazioni Tecnologiche, studierà il da farsi. Ma quali sono gli eventuali scenari? Tre le strade: si potrebbe scegliere di continuare con gli attuali sistemi operativi, con pesanti rischi di attacchi e shutdown, aggiornare il parco OS. O - la via più facilmente perseguibile - garantirsi una copertura extra temporanea del sistema operativo pagando un corrispettivo alla Microsoft. Sulla scorta di quanto fatto dal governo inglese.

 

Savino Carbone

 

BitontoTV Staff

Commenti

  • A volte la soluzione è molto più semplice e a portata di mano e di tasca perchè a costo zero: si chiama OPEN SOURCE/FREE SOFTWARE. Oltre tutto è previsto anche dalla legge sulla Pubblica Amministrazione.

    Michele Savino

    Inserito gio, 10 apr 2014 - 08:37:05

  • spero di essere utile

    riguardo microsoft security essentials, il supporto per XP è terminato:
    http://windows.microsoft.com/it-it/windows/end-support-help

    poichè un PC di circa 5-6 anni di vita risulta ancora pienamente utilizzabile ed aggiornabile, la soluzione è ubuntu, che per i PC più vecchi ha anche gestori della grafica (LXDE, KDE) più light della stsndard; la Cina, in questo caso, ha anticipato i passi:
    http://www.repubblica.it/tecnologia/2013/03/26/news/linux_ubuntu_cina-55388290/

    in alternativa ...windows vista sp2 che nella versione a 32 bit su vecchi PC da il suo massimo....della lentezza :) i punti a favore sono l'upgrade diretto da XP e la gestione del cambiamento rispetto che risulterebbe minimo da parte degli utenti

    spero solo non ci sia un delirio globalizzato a favore di microsoft e non si segua esclusivamente la strada maestra della rottamazione, cosa che continuerebbe a far ricche le solite holding

    fabio

    fabio

    Inserito mer, 09 apr 2014 - 20:51:20

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento


Codice nella foto:
Fare attenzione a Maiuscolo/minuscolo

Il tuo Nome(*):

Email(*):

Sito WEB:
Comprensivo di http://

Commento(*):
Inserendo il testo del messaggio e cliccando su invia, dichiari di aver letto ed accettato i termini del Regolamento per l'inserimento dei Commenti, consultabile alla omonima pagina in menu

*Campi Obbligatori

Testata giornalistica – Reg. stampa n.29/08 del 15/10/2008 Tribunale di Bari - Direttrice responsabile: Marica Buquicchio
Copyright © 2011 Francesco Paolo Cambione - via Solferino, 25 - 70032 Bitonto (Ba) - P.IVA 05064920720 | Supporto redazione e WebTV - THESIS s.r.l.