Errore!

Nessun banners coincide con la richiesta


SELECT * FROM cms_module_banners WHERE (category_id = "3") AND (expires > '2019-08-20 18:37:38' or isnull(expires)) AND (max_impressions = 0 OR num_impressions < max_impressions) ORDER BY RAND() LIMIT 0,1

Errore!

Nessun banners coincide con la richiesta


SELECT * FROM cms_module_banners WHERE (category_id = "2") AND (expires > '2019-08-20 18:37:38' or isnull(expires)) AND (max_impressions = 0 OR num_impressions < max_impressions) ORDER BY RAND() LIMIT 0,1

Bitonto Tv

Errore!

Nessun banners coincide con la richiesta


SELECT * FROM cms_module_banners WHERE (category_id = "1") AND (expires > '2019-08-20 18:37:38' or isnull(expires)) AND (max_impressions = 0 OR num_impressions < max_impressions) ORDER BY RAND() LIMIT 0,1
Politica
28/03/2014

Maria Cristina. Elia dimissionario

Il Partito Democratico: 'Abbiamo lavorato in silenzio, ricostruzioni false da parte della stampa'

Caos. E' quello in cui è sprofondata l'Azienda di Servizi alla Persona Maria Cristina di Savoia di Bitonto dopo le dimissioni comunicate due giorni fa ufficialmente dal presidente della struttura Giuseppe Elia. Anticipato di poco dal resto del Consiglio d'Amministrazione, composto da Ezia di Carlo, Giacomo Bruno e Francesco Murgolo, che si erano tirati indietro già negli scorsi giorni.

 

Un Cda in realtà depotenziato, visto che il suo mandato era scaduto ormai da 5 anni ma continuava ad operare in proroga. Questo nonostante il nuovo organo esista già dal 2009, con tanto di nomine. A mancare è il nome del presidente dell'Istituto, storicamente in quota Pd ed indicato dal presidente della Regione. All'origine dello stallo che impedisce al nuovo Cda di insediarsi ed iniziare ad operare le tensioni interne al partito. Mentre perdura il ritardo nel pagamento degli stipendi dei 22 dipendenti.

 

Intanto sulla vicenda interviene proprio la locale sezione del Partito Democratico. "La serenità dei 22 dipendenti dell'ASP Maria Cristina di Savoia e delle loro famiglie - si legge nella nota diffusa nella giornata di ieri - questo l'unico interesse del Partito Democratico di Bitonto a fronte del mancato pagamento degli stipendi di Gennaio e Febbraio".
"In questi mesi il locale circolo PD - continua il comunicato - ha lavorato nel silenzio affinché allo storico istituto e ai suoi lavoratori si potesse dare un futuro roseo e di sviluppo. Leggiamo sulla stampa ricostruzioni che poco aderiscono al reale svolgimento dei fatti. Al di là delle imprecisioni ripetute, possiamo salutare con positività il fatto che gli stipendi arretrati di gennaio e febbraio sono stati liquidati. Certo ciò non significa che le criticità del momento siano esaurite.
La segreteria locale del Pd, a seguito dell'agitazione indetta dalle sigle sindacali a fine Gennaio, ha costantemente monitorato l'evoluzione della questione. Riepiloghiamo quanto avvenuto in questi mesi"
.


"L'11 febbraio scorso
- raccontano dal Partito Democratico - la segreteria ha incontrato, presso il circolo, il prof. Elia in qualità di presidente dell'Asp e il consigliere Giacomo Bruno, componente del Cda allora ancora nel pieno dei poteri. In quell'occasione il Pd ebbe modo di approfondire quali fossero le reali emergenze finanziarie dell'ente e quali impedimenti esistessero all'implementazione dei servizi già avviati.
Il 13 febbraio invece si è provveduto ad incontrare i rappresentanti sindacali provinciali insieme ad una folta rappresentanza dei dipendenti. A seguito dei due incontri è emersa la necessità di chiedere alla Regione Puglia di accelerare il percorso di nomina del nuovo Presidente, ma anche la possibilità di invitare i Comuni di Bitonto e Palo, nonché quelli limitrofi, ad avvalersi maggiormente dell'ASP per l'erogazione di alcune prestazioni sociali.
A tal fine il 25 febbraio è stata indetta sempre presso il circolo una riunione a cui hanno partecipato il segretario provinciale del PD, Ubaldo Pagano, il capogruppo in consiglio regionale, Pino Romano e tutti i consiglieri regionali Pd del territorio di Bari (Gerardo De Gennaro, Mario Loizzo e Michele Monno). Nell'occasione si conveniva che il Pd, regionale, provinciale e locale, non avrebbe in alcun modo ingerito nella scelta del nuovo Presidente dell'ente affidando alla saggezza del Presidente Vendola, qualsiasi valutazione rispetto a quale fosse il profilo migliore per guidare nei prossimi anni l'ASP.
Il 14 marzo inoltre il Pd locale insieme al Segretario provinciale Pagano e al consigliere regionale De Gennaro, hanno effettuato un sopralluogo presso la struttura, guidati dal Presidente Elia, dai rappresentanti sindacali e dai dipendenti. Nell'occasione è stata ribadita la prioritaria esigenza del Pd: il bene dei lavoratori. Inoltre è stata concordata una riunione che si terrà nelle prossime settimane con tutti i sindaci del Pd del barese per presentare le potenzialità dell'ASP. Così come si è convenuto di sollecitare il Comune di Bitonto ad avvalersi della legge regionale che consente di affidare direttamente alle ASP la gestione di alcuni servizi del Piano Sociale di Zona. Ad oggi siamo in attesa del provvedimento di nomina del Presidente da parte della Regione Puglia, grazie al quale sarà costituito il nuovo Cda"
.
"Insomma, un Pd in prima linea con i fatti - polemizzano gli iscritti in chiusura - fatti che la stampa locale avrebbe potuto appurare facilmente qualora ne avesse avuto voglia, evitando racconti imprecisi che danneggiano non tanto il Pd quanto l'intera credibilità dell'ASP e della città di Bitonto".

BitontoTV Staff

Commenti

  • Il PD locale, ossia alcuni personaggi locali rinunciano, chissà in cambio di cosaltro, alla lotta fratricida e consentono la riconferma a presidente, non ancora ufficiale, del prof. Elia, persona qualificata e linda.

    Leone 45

    Inserito sab, 29 mar 2014 - 12:24:47

  • Da questo comunicato, quindi, dobbiamo concludere che il PD bitontino rinuncia ad una poltrona che oramai sentiva sua per diritto divino salvo la parentesi dell'allora socialista tarantino?

    Ma il PD ha talmente voglia di allontanare da se i riflettori che nel comunicato si contraddice sui pagamenti: gennaio e febbraio sono stati pagati o no? Mettetevi d'accordo.... sopratutto tra di voi. Quindi fateci sapere!

    voyeur

    Inserito ven, 28 mar 2014 - 11:21:54

  • "questo l'unico interesse del Partito Democratico di Bitonto a fronte del mancato pagamento degli stipendi di Gennaio e Febbraio".

    "possiamo salutare con positività il fatto che gli stipendi arretrati di gennaio e febbraio sono stati liquidati".

    Insomma, Pd, gli stipendi sono stati pagati o no?

    bernardo pereira

    Inserito ven, 28 mar 2014 - 11:12:34

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento


Codice nella foto:
Fare attenzione a Maiuscolo/minuscolo

Il tuo Nome(*):

Email(*):

Sito WEB:
Comprensivo di http://

Commento(*):
Inserendo il testo del messaggio e cliccando su invia, dichiari di aver letto ed accettato i termini del Regolamento per l'inserimento dei Commenti, consultabile alla omonima pagina in menu

*Campi Obbligatori

Testata giornalistica – Reg. stampa n.29/08 del 15/10/2008 Tribunale di Bari - Direttrice responsabile: Marica Buquicchio
Copyright © 2011 Francesco Paolo Cambione - via Solferino, 25 - 70032 Bitonto (Ba) - P.IVA 05064920720 | Supporto redazione e WebTV - THESIS s.r.l.