Errore!

Nessun banners coincide con la richiesta


SELECT * FROM cms_module_banners WHERE (category_id = "3") AND (expires > '2019-08-20 18:27:04' or isnull(expires)) AND (max_impressions = 0 OR num_impressions < max_impressions) ORDER BY RAND() LIMIT 0,1

Errore!

Nessun banners coincide con la richiesta


SELECT * FROM cms_module_banners WHERE (category_id = "2") AND (expires > '2019-08-20 18:27:04' or isnull(expires)) AND (max_impressions = 0 OR num_impressions < max_impressions) ORDER BY RAND() LIMIT 0,1

Bitonto Tv

Errore!

Nessun banners coincide con la richiesta


SELECT * FROM cms_module_banners WHERE (category_id = "1") AND (expires > '2019-08-20 18:27:04' or isnull(expires)) AND (max_impressions = 0 OR num_impressions < max_impressions) ORDER BY RAND() LIMIT 0,1
Cronaca e Attualità
06/03/2014

Modugno. Fantasma Ecofuel

Un impianto di trasformazione della plastica potrebbe nascere a due passi da Bitonto. Gli ambientalisti: 'Rischio emissioni nocive'

Non solo discariche. Il fronte ambientale bitontino rischia seriamente di ingrossarsi. A Modugno, in queste settimane, tiene banco la questione Ecofuel. La società ha chiesto, infatti, di poter realizzare un impianto di depolimerizzazione della plastica per la produzione di liquido combustibile assimilabile a gasolio e cherosene, in Via delle Mammole 26. In piena zona industriale. A pochi passi dal territorio bitontino.

 

Il Comitato Pro Ambiente modugnese ha annunciato battaglia. E tramite il suo presidente Tino Ferrulli ha già rilevato che "i dati sulle emissioni di S.o.v. ipotizzati dall'Ecofuel non hanno validità statistica poiché si riferiscono a misure eseguite su un orizzonte temporale troppo limitato, per di più scelto univocamente dall'industria, per rappresentare in maniera conforme e congruente il fenomeno emissivo e che sono inferiori ai dati realmente producibili da una verifica dell'Arpa". L'impianto potrebbe rilasciare, secondo gli attivisti del Comitato, emissioni inquinanti diffuse che non risulterebbero tuttora convogliate e abbattute.

 

"Le caratteristiche tossicologiche delle sostanze emesse permettono di affermare che nella zona circostante la Ecofuel già esiste un problema sanitario - hanno affermato gli ambientalisti a Modugnonline.it - e che detto problema si può aggravare con l'attività della ditta stessa. Si chiede, dunque, ai cittadini un danno maggiore di quello certificabile e l'esposizione prolungata a detti agenti chimici che può comportare per tutta la popolazione esposta, un aumento di contrarre le patologie correlate. Infatti nello studio preliminare la società Ecofuel dichiara che un impianto di termovalorizzazione avrebbe un impatto maggiore in termini di emissioni di gas incombusti in atmosfera rispetto a quello di depolimerizzazione, a parità di materiale plastico in ingresso".

 

La nuova Amministrazione Comunale, retta dal sindaco Magrone, ha scritto alla Regione ribadendo la contrarietà al progetto, così come ha fatto, a luglio scorso, con il primo atto di giunta. Regione che cofinanzierebbe con uno stanziamento di 5 milioni l'impianto. Intanto è atteso un Consiglio Comunale monotematico sulla vicenda.

BitontoTV Staff

Commenti

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento


Codice nella foto:
Fare attenzione a Maiuscolo/minuscolo

Il tuo Nome(*):

Email(*):

Sito WEB:
Comprensivo di http://

Commento(*):
Inserendo il testo del messaggio e cliccando su invia, dichiari di aver letto ed accettato i termini del Regolamento per l'inserimento dei Commenti, consultabile alla omonima pagina in menu

*Campi Obbligatori

Testata giornalistica – Reg. stampa n.29/08 del 15/10/2008 Tribunale di Bari - Direttrice responsabile: Marica Buquicchio
Copyright © 2011 Francesco Paolo Cambione - via Solferino, 25 - 70032 Bitonto (Ba) - P.IVA 05064920720 | Supporto redazione e WebTV - THESIS s.r.l.