Errore!

Nessun banners coincide con la richiesta


SELECT * FROM cms_module_banners WHERE (category_id = "3") AND (expires > '2019-08-21 09:33:01' or isnull(expires)) AND (max_impressions = 0 OR num_impressions < max_impressions) ORDER BY RAND() LIMIT 0,1

Errore!

Nessun banners coincide con la richiesta


SELECT * FROM cms_module_banners WHERE (category_id = "2") AND (expires > '2019-08-21 09:33:01' or isnull(expires)) AND (max_impressions = 0 OR num_impressions < max_impressions) ORDER BY RAND() LIMIT 0,1

Bitonto Tv

Errore!

Nessun banners coincide con la richiesta


SELECT * FROM cms_module_banners WHERE (category_id = "1") AND (expires > '2019-08-21 09:33:01' or isnull(expires)) AND (max_impressions = 0 OR num_impressions < max_impressions) ORDER BY RAND() LIMIT 0,1
Cronaca e Attualità
20/02/2014

Appalti truccati. Chiesto rinvio a giudizio per i Degennaro

Contestati i reati di associazione a delinquere e truffa. Ancora ombre su Bitonto
La Procura di Bari ha chiesto il rinvio a giudizio per gli imprenditori Degennaro nell'ambito dell'inchiesta sui presunti appalti truccati al Comune di Bari per la realizzazione dei due parcheggi interrati, in piazza Cesare Battisti Giulio Cesare, e per il centro direzionale del quartiere San Paolo.

Ventotto gli imputati per i quali è stato chiesto il processo. I reati contestati dai pm Renato Nitti e Francesca Romana Pirrelli a imprenditori, professionisti e funzionari del Comune di Bari e della Regione Puglia sono a vario titolo di associazione per delinquere, corruzione, falso materiale e ideologico, truffa e frode in pubbliche forniture.

 

Secondo gli accertamenti della magistratura barese, conclusi a Novembre, i vertici della società Dec avrebbero "comprato" i componenti delle commissioni di collaudo del Comune e i dirigenti incaricati di rilasciare le autorizzazioni, attraverso promesse di incarichi, appartamenti, soggiorni in hotel di lusso e persino forniture alimentari. Nei mesi scorsi il Tribunale del Riesame ha riconosciuto a carico di alcuni indagati la sussistenza del reato associativo pur rigettando una nuova richiesta di arresto per il troppo tempo trascorso dai fatti (2004-2007).

Secondo la Procura di Bari esisteva un vero e proprio "sistema Degennaro" che pilotava gli appalti, promosso e organizzato da Vito Michele Degennaro e i suoi fratelli Daniele Giulio e Gerardo definiti, dal Riesame, il "grande capo", lo "stratega" e "l'artefice delle decisioni operative".


Da un anno e mezzo a questa parte i pubbici ministeri indagano su Bitonto. Nell'inchiesta infatti sono entrate anche le procedure per il parcheggio interrato di Piazza Moro, progettato e mai realizzato e la raccomandazione per un posto di lavoro nel cantiere dell'Hospice. I pm ipotizzano, anche qui, l'esistenza di un sistema controllato dagli imprenditori di origine bitontina.

 

BitontoTV Staff

Commenti

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento


Codice nella foto:
Fare attenzione a Maiuscolo/minuscolo

Il tuo Nome(*):

Email(*):

Sito WEB:
Comprensivo di http://

Commento(*):
Inserendo il testo del messaggio e cliccando su invia, dichiari di aver letto ed accettato i termini del Regolamento per l'inserimento dei Commenti, consultabile alla omonima pagina in menu

*Campi Obbligatori

Testata giornalistica – Reg. stampa n.29/08 del 15/10/2008 Tribunale di Bari - Direttrice responsabile: Marica Buquicchio
Copyright © 2011 Francesco Paolo Cambione - via Solferino, 25 - 70032 Bitonto (Ba) - P.IVA 05064920720 | Supporto redazione e WebTV - THESIS s.r.l.