Errore!

Nessun banners coincide con la richiesta


SELECT * FROM cms_module_banners WHERE (category_id = "3") AND (expires > '2019-08-18 09:47:44' or isnull(expires)) AND (max_impressions = 0 OR num_impressions < max_impressions) ORDER BY RAND() LIMIT 0,1

Errore!

Nessun banners coincide con la richiesta


SELECT * FROM cms_module_banners WHERE (category_id = "2") AND (expires > '2019-08-18 09:47:44' or isnull(expires)) AND (max_impressions = 0 OR num_impressions < max_impressions) ORDER BY RAND() LIMIT 0,1

Bitonto Tv

Errore!

Nessun banners coincide con la richiesta


SELECT * FROM cms_module_banners WHERE (category_id = "1") AND (expires > '2019-08-18 09:47:44' or isnull(expires)) AND (max_impressions = 0 OR num_impressions < max_impressions) ORDER BY RAND() LIMIT 0,1
Politica
06/02/2014

IACP. Abbaticchio risponde a Natilla

'L'ente è un istituto autonomo'. E attacca: 'Basta con le campagne mediatiche basate sull'ironia'

Sul dimezzamento dei fondi destinati all'edilizia popolare l'Amministrazione non avrebbe colpe. E' quanto sostiene il sindaco Michele Abbaticchio, in una nota in risposta al comunicato trasmesso ieri dal consigliere Franco Natilla, in cui il piddino accusava il primo cittadino di aver trascurato la vicenda legata allo IACP, Istituto Autonomo Case Popolari.


"L'inquietante interrogativo, che tu hai consegnato alla città in merito al progetto
Iacp del Programma PIRP per mezzo della stampa cittadina
- scrive Abbaticchio rivolgendosi a Natilla - credo meriti un doveroso chiarimento, per mettere ordine ai fatti e dare la possibilità ai nostri concittadini di farsi un'idea precisa e corretta sulla vicenda e sulle "da te presunte" responsabilità, senza preconcetti o pregiudizi politici e personali".


Lo IACP - è la summa della missiva inoltrata dal Sindaco - è un istituto autonomo che ha ricevuto un finanziamento comunitario pari a 2,6 milioni di euro per il tramite del Comune di Bitonto nell'ambito dei Programmi di Riqualificazione delle Periferie (P.I.R.P.) della Regione Puglia. La proposta progettuale risale al maggio 2007 ed è relativa ad un programma integrato comprendente la realizzazione di 28 alloggi di edilizia residenziale pubblica, unitamente alla sistemazione delle aree esterne agli edifici IACP di via Messeni e via Crocifisso (29.974 euro).
"La proposta progettuale - racconta Abbaticchio - fu inserita nel più ampio programma PIRP del Comune di Bitonto da 4 milioni di euro, approvato dal Consiglio comunale il 14 maggio 2007 e inserito nella graduatoria regionale dei programmi finanziabili dalla Regione nell'aprile 2009.
Il conseguente accordo di programma tra Comune e Regione risale a luglio 2010, mentre è datata 25 gennaio 2011 la determinazione del Dirigente del Servizio Politiche Abitative della Regione Puglia di concessione del finanziamento di 2,6 milioni di euro per la realizzazione degli alloggi in oggetto.
La convenzione tra IACP e Comune, che ha consentito all'Istituto di utilizzare in via diretta il finanziamento per la progettazione esecutiva e la realizzazione dell'opera, è stata perfezionata il 20 aprile 2012"
.
A giugno 2012 Abbaticchio spiega di essersi "personalmente attivato per sollecitare l'Istituto a procedere senza ulteriori indugi. Quindi è stata redatta, anche sulla base delle necessarie verifiche
tecniche sull'area interessata, la progettazione definitiva"
. Ad agosto 2013 i tecnici IACP hanno evidenziato la necessità di "ridimensionare gli interventi" portando gli edifici da due ad uno. Di necessità si parla perché, spiega lo IACP, obbligati a "tener conto delle soluzioni previste dal PIRP", che impone interventi di edilizia sostenibile. E comunque, a detta del Sindaco, "la progettazione si è dovuta basare sui costi di riferimento imposti dalla stessa Regione con la deliberazione di Giunta Regionale n. 766 del 23 marzo 2010: ovvero riferendosi a prezzi di tre anni più aggiornati e incrementati rispetto all'ipotesi progettuale preliminare di partenza".


"È del tutto evidente, caro Franco - Abbaticchio risponde alle accuse lanciate dal consigliere anziano - che stiamo parlando di un intervento nella piena disponibilità tecnico-economica di un Ente diverso dall'Amministrazione comunale, alla quale non residuano che marginali indicazioni di carattere meramente operativo in merito. Una volta insediata, la Giunta si è attivata per sollecitare lo sblocco della progettazione da parte dello IACP, ma, con tutta onesta, credo spropositatamente generoso da parte tua l'attribuzione a me, Sindaco in tempi di grandi ristrettezze per le finanze pubbliche oberate da vincoli procedurali nemmeno immaginabili 10 o 20 anni fa, il potere di intervenire sull'aggiornamento dei prezzi delle costruzioni, che è di esclusiva competenza regionale, addebitandomi la responsabilità del ridimensionamento del progetto IACP, di natura squisitamente tecnico-economica".


"La linea politica da te scelta, caro Franco, che pure sei Amministratore della nostra città di lunga esperienza, di voler ricondurre alla persona del Sindaco la responsabilità di tutto quello che accade, magari anche della crisi mondiale, non credo possa giovare al contributo di idee, che alla nostra comunità in questi anni hai saputo dimostrare di poter dare anche in termini dialettici
- è la chiosa politica finale del Sindaco - Insistere in una campagna mediatica, che punta sull'ironia e sull'ilarità, continuando a inventare barzellette sulle mie deleghe, al momento sortisce unicamente lo sgradevole effetto di privare la città e il sottoscritto della concretezza e della propositività che da tutti i consiglieri comunali, soprattutto da quelli che possono vantare un'esperienza politicoamministrativa
di gran lunga superiore alla mia, possono e devono venire per rendere migliore il lavoro quotidiano di questa Amministrazione per la nostra città"
.

BitontoTV Staff

Commenti

  • Quella di Abbaticchio si chiama "INFORMAZIONE CHIARA", quella di Natillla "DISINFORMAZIONE SUBDOLA".
    Dopo questi chiarimenti l'opposizione DEVE proprio smetterla.
    Siamo stanchi di questi attacchi "AD PERSONAM".
    Se vi sta' veramente a cuore (purtroppo di questo ho forti dubbi)il bene di Bitonto e dei suoi cittadini, è giunta veramente l'ora di smetterla e incominciare a collaborare con Abbaticchio, se ne siete capaci, diversamente TACETE E PER SEMPRE.
    SPERO CHE QUESTO COMMENTO VENGA PUBBLICATO.

    il giustizzziere

    Inserito gio, 06 feb 2014 - 14:53:11

  • ma quale edilizia popolare che quelli stanno meglio di molti altri....ma ci passate davanti a quelle case? Per non parlare degli abusi edilizi che compiono impunemente.....se faccio io la veranda mi fanno il c. a tarallo....

    Antonio F

    Inserito gio, 06 feb 2014 - 12:25:06

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento


Codice nella foto:
Fare attenzione a Maiuscolo/minuscolo

Il tuo Nome(*):

Email(*):

Sito WEB:
Comprensivo di http://

Commento(*):
Inserendo il testo del messaggio e cliccando su invia, dichiari di aver letto ed accettato i termini del Regolamento per l'inserimento dei Commenti, consultabile alla omonima pagina in menu

*Campi Obbligatori

Testata giornalistica – Reg. stampa n.29/08 del 15/10/2008 Tribunale di Bari - Direttrice responsabile: Marica Buquicchio
Copyright © 2011 Francesco Paolo Cambione - via Solferino, 25 - 70032 Bitonto (Ba) - P.IVA 05064920720 | Supporto redazione e WebTV - THESIS s.r.l.