Errore!

Nessun banners coincide con la richiesta


SELECT * FROM cms_module_banners WHERE (category_id = "3") AND (expires > '2019-08-25 07:40:51' or isnull(expires)) AND (max_impressions = 0 OR num_impressions < max_impressions) ORDER BY RAND() LIMIT 0,1

Errore!

Nessun banners coincide con la richiesta


SELECT * FROM cms_module_banners WHERE (category_id = "2") AND (expires > '2019-08-25 07:40:51' or isnull(expires)) AND (max_impressions = 0 OR num_impressions < max_impressions) ORDER BY RAND() LIMIT 0,1

Bitonto Tv

Errore!

Nessun banners coincide con la richiesta


SELECT * FROM cms_module_banners WHERE (category_id = "1") AND (expires > '2019-08-25 07:40:51' or isnull(expires)) AND (max_impressions = 0 OR num_impressions < max_impressions) ORDER BY RAND() LIMIT 0,1
Svoltalacarta
04/02/2014

'No kids': quel divieto che fa l’apartheid

[Svoltalacarta] Primo appuntamento con la nuova rubrica di BitontoTv a firma di Elvira Zaccagnino

 

Parte quest'oggi la nuova rubrica di BitontoTv, "Svoltalacarta", curata da Elvira Zaccagnino, direttore generale della casa editrice molfettese "La Meridiana".

 

Presentazione

La carta ha un fronte e un retro. Il fronte ci dice il seme, il colore, il numero. Il retro è uguale per tutte. Nel gioco è così. Il retro delle carte nasconde le azioni dell'avversario. Si volta la carta e il gioco svolta. Con questa rubrica proviamo a svoltare nel gioco del "comune pensare e vedere".

 

Ovviamente ci sono i favorevoli e i contrari.
Ovviamente ci sono gli esperti e gli opinionisti a confronto.
Ovviamente ci sono quelli che lo fanno e continueranno a farlo.
E Ovviamente ci sono quelli che non si sognano nemmeno di farlo.
Di che parliamo?
Dei locali ‘no kids'. Non si tratta di locali a luci rosse. O di cinema vietati ai minori.
Si tratta invece di ristoranti, pizzerie, dove i ‘bambini' non possono andarci.
Idea spot di catene di alberghi e locali: "Venite da noi e non troverete marmocchi".
Bella idea. Buona idea, per garantire alla clientela che ha voglia e bisogno di una serata o una vacanza tranquilla, la serenità che gli schiamazzi dei bambini tolgono.
Perché i bambini frignano. Si muovono. Rovesciano l'acqua, fanno cadere il pomodoro e mangiano la pizza con le mani.
E anche se il tavolo non è il tuo, la cosa dà fastidio. Rovina l'atmosfera.
Metti che quella per te è una serata romantica...Allora.
Anni fa in una università pubblica italiana cercavo il bagno delle donne. Non lo trovavo.
Chiesi e mi fu indicata una porta con nessuna che indicasse donna, uomo o disabile.

‘Quello è per tutti' mi fu detto. E già mi immaginavo, oltre la porta, il tanfo e la sporcizia tipica di ogni bagno. Anche di quelli riservati per genere o problematicità.

Invece: pulizia, decoro.
In coda uomini e donne. Professori e studenti.
Il divieto sulla porta ad entrare, di un ristorante o di un bagno, non ci educa al rispetto dell'altro. Non ci preserva dalla cattiva educazione altrui. Né preserva gli altri dalla nostra.
Non ci esime dal pensare che ognuno è legittimato a fare nel suo spazio quello che vuole, non preoccupandosi di chi entra dopo di te o da chi ti sta accanto.
Un mondo fatto di apartheid educa all'apartheid.
Quel bagno comune a tutti, in quell'università pubblica italiana, mi è sembrato non un sogno, ma il segno di una civiltà possibile e rispettosa, a partire da un bagno, dallo spazio e dai bisogni dell'altro.

I "no kids" che i bambini vedranno, magari messi come adesivi accanto a quelli che vietano agli animali di entrare, assai rievocativi di altri no (ai meridionali, agli ebrei, alle donne), li educheranno all'idea di un mondo che "apartheiderizza".
Dove la tranquillità di qualcuno è garantita dalla tua esclusione.
Il genocidio di un popolo cominciò così.


Elvira Zaccagnino

BitontoTV Staff

Commenti

  • BRAVA ELVIRA!!! Non ti conosco ma finalmente qualcuno che da' voce a noi genitori di figli/bambini che tante volte dobbiamo mortificarci per voler mangiare una pizza in pizzeria e non solo a casa colpevoli di voler portare con noi i bambini piuttosto che lasciarli alla baby sitter di turno perchè pensiamo che il tempo trascorso con loro non è mai abbastanza e che il sabato sera non è il tempo del "finalmente soli io e mio marito", ma una serata per tutta la famiglia!
    Forse il "fastidio" che i bambini suscitano in certi adulti altro non è che un attentato alla nostra incapacità di uscire dagli schemi, di metterci in gioco, di gioire per il semplice fatto di essere vivi.....

    carmela cenerino

    Inserito gio, 13 feb 2014 - 11:40:09

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento


Codice nella foto:
Fare attenzione a Maiuscolo/minuscolo

Il tuo Nome(*):

Email(*):

Sito WEB:
Comprensivo di http://

Commento(*):
Inserendo il testo del messaggio e cliccando su invia, dichiari di aver letto ed accettato i termini del Regolamento per l'inserimento dei Commenti, consultabile alla omonima pagina in menu

*Campi Obbligatori

Testata giornalistica – Reg. stampa n.29/08 del 15/10/2008 Tribunale di Bari - Direttrice responsabile: Marica Buquicchio
Copyright © 2011 Francesco Paolo Cambione - via Solferino, 25 - 70032 Bitonto (Ba) - P.IVA 05064920720 | Supporto redazione e WebTV - THESIS s.r.l.