Bitonto Tv

Cronaca e Attualità
27/11/2013

'Scarico di rifiuti illegale nelle campagne baresi'. C'è anche Bitonto

Le dichiarazioni choc di un imprenditore rivelano traffici tra clan campani e pugliesi

Le campagne della provincia di Bari sarebbero stracolme di rifiuti interrati. Non solo Terra dei Fuochi, dunque, anche l’asse Bari-Altamura sarebbe una polveriera pronta ad esplodere.
A denunciarlo un imprenditore barese, che rivela alla Gazzetta del Mezzogiorno il traffico illecito di rifiuti gestito, secondo quanto dichiara, da un clan campano con l’aiuto della criminalità organizzata locale.
Bitonto, Bitetto, Grumo Appula, Palo del Colle.

Decine i territori coinvolti nella vicenda. Una sorta di fil rouge in grado di collegare quanto rivelato dal super pentito Carmine Schiavone già negli anni novanta (clicca qui per leggere l’articolo) su questo traffico di immondizia, desecretato solamente nelle ultime settimane.
Perché sotterrare rifiuti in maniera illecita? La spiegazione dell’imprenditore è molto semplice: costa meno. “Tombare” tonnellate di immondizia in campagna significa abbattere i costi di tutto il ciclo di smaltimento. Cinquecento mila lire per ricoprire di terra un cumulo di rifiuti. Poco più di due milioni per sbarazzarsi di scarichi dalla provenienza oscura in cava. Poca roba rispetto alle spese necessarie per la messa in sicurezza di materiale, spesso, tossico.


L’imprenditore, già proprietario di un’azienda attiva nel movimento terra, racconta come di notte abbia scaricato con i suoi automezzi terra vergine per interrare spazzatura. Da semplice materiale di risulta ai rifiuti ospedalieri, sino a fusti tossici contrassegnati come ”altamente pericolosi”.

 

Le rivelazioni gettano inquietanti ombre sulla situazione bitontina. Quanto raccontato dall’uomo si lega a doppio filo alle decine di abbandoni di rifiuti, più o meno nascosti, nelle campagne del territorio comunale. Basti pensare alla discarica abusiva di Lama Balice, di cui BitontoTv ha fornito un ampio reportage (clicca qui per leggere l’articolo), dove è stato accertato che tonnellate di immondizia sono state tombate e ricoperte da terra. E per cui Bitonto rischia di pagare un prezzo altissimo non solo in termini di disastro ambientale, ma anche a livello economico. Il sito, infatti, rientra tra le infrazioni censite dalla Comunità Europea e Bruxelles chiede un intervento di bonifica (dell’ordine di svariati milioni di euro). Qualora non dovessero essere trovati i responsabili, questo esborso ricadrebbe sulle tasche dei cittadini.


Il fronte rifiuti rimane, dunque, sempre molto caldo in Puglia. Secondo l'ultimo rapporto sulle Ecomafie, stilato da Legambiente, nella classifica generale dell'illegalità ambientale in Italia nel 2012, la Puglia rimane stabile al quarto posto con 3.331 infrazioni accertate, 3.251 persone denunciate, 28 arrestate e 1.303 sequestri effettuati. Mentre nella classifica provinciale dell'illegalità ambientale in Italia nel 2012 Bari si trova in quinta posizione.


Savino Carbone
BitontoTV Staff

Commenti

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento


Codice nella foto:
Fare attenzione a Maiuscolo/minuscolo

Il tuo Nome(*):

Email(*):

Sito WEB:
Comprensivo di http://

Commento(*):
Inserendo il testo del messaggio e cliccando su invia, dichiari di aver letto ed accettato i termini del Regolamento per l'inserimento dei Commenti, consultabile alla omonima pagina in menu

*Campi Obbligatori

Notizie del giorno

Sponsor, Partners & CO.

PASTICCERIA SALIERNO

scopri il nuovo tempio del piacere in via Dante

pasticceriasalierno

BEPPE GRANIERI

Jukebox Photogallery News Appuntamenti

beppe granieri

INTINI TRASLOCHI SRL

Al servizio della tua mobilità

Intini Trasporti srl

Farmacia MATTEOTTI

del dottor VACCA Oronzo

Farmacia Matteotti

AUTO & AUTO SALIERNO

La tua auto a 5 stelle

sigma

FREEDOM FLY AGENZIA VIAGGI

E' tempo di fare le valigie! Scopri le offerte!

freedom fly

Calendario Eventi

Testata giornalistica – Reg. stampa n.29/08 del 15/10/2008 Tribunale di Bari - Direttrice responsabile: Marica Buquicchio
Copyright © 2011 Francesco Paolo Cambione - via Solferino, 25 - 70032 Bitonto (Ba) - P.IVA 05064920720 | Supporto redazione e WebTV - THESIS s.r.l.