Categories: Politica
      Date: lug 25, 2014
     Title: La maggioranza apre al Pd?
La coalizione Abbaticchio si dice disponibile al dialogo. Ma ribadisce l'importanza del proprio progetto politico

Disponibili al dialogo, ma consapevoli dell'autorevolezza acquisita con il governo cittadino. Questo in sintesi l'esito del summit della maggioranza, tenutosi ieri a Palazzo Gentile, sulla questione relativa alle Regionali del prossimo anno.

 

La coalizione che sostiene il sindaco Abbaticchio ha le idee chiare: qualsiasi trattativa politica dovrà mettere al centro l'importanza di un progetto che ha portato un laboratorio di liste civiche e partiti minori a governare con stabilità il paese.

Le voci che trapelano da Palazzo di Città, però, spiegano come il dialogo con il Partito Democratico sia ritenuto fondamentale in vista di una rappresentanza della città a livello sovracomunale. Il motivo? Il candidato presidente per la Regione Puglia sarà scelto nella fucina del centrosinistra che ruota attorno proprio al Pd. Pertanto per la maggioranza sarebbe "un dovere" interfacciarsi con una realtà politica che, a livello provinciale e regionale, costituisce il partito maggioritario. Pena l'esclusione dai tavoli che contano.

 

L'esperienza positiva del primo biennio Abbaticchio non dovrebbe costituire un freno al dialogo. Anzi, secondo voci di corridoio, la coalizione sarebbe interessata alla realizzazione di un progetto che valorizzi e rafforzi l'immagine del laboratorio politico bitontino. Un'apertura, quella di Corso Vittorio Emanuele, pare, senza paletti che segue le dichiarazioni di interesse lanciate nelle scorse settimane dal Partito Democratico, disposto ad "uscire dalla minoranza". Anche se, al momento, è mistero sulle effettive modalità.

 

Savino Carbone