Fer Live. Il centrosinistra: 'Utilizziamo i soldi del risarcimento per la comunità'

di La Redazione
Politica, Cronaca
04 ottobre 2018

Fer Live. Il centrosinistra: 'Utilizziamo i soldi del risarcimento per la comunità'

La proposta a firma di PSI, Insieme per la città, “Governare il futuro”, Sinistra Italiana, PD, Città Democratica, Laboratorio e Ciminiello

A seguito della sentenza del Consiglio di Stato sul caso Fer.Live dello scorso agosto, alcune forze politiche riconducibili al centrosinistra locale hanno proposto che una parte del risarcimento previsto dalla sentenza venga destinata per la comunità, un’opera, insomma, che ricordi lo sforzo dell’associazionismo e degli ambientalisti locali nella lunga battaglia giudiziaria contro il progetto di discarica 

“Il nostro appello - si legge nella nota firmata da Partito Socialista Italiano, “Insieme per la città”, “Governare il futuro”, Sinistra Italiana, Partito Democratico, “Città Democratica”, “Laboratorio” e dal consigliere indipendente Dino Ciminiello - è che, in ossequio alle parole del Mahatma Gandhi a proposito del sacrificio di ognuno per la comunità, la somma eccedente le vive spese legali venisse investita per il bene comune, per la città, per un’opera che ricordi questa straordinaria esplosione d’intenti nel segno del rinnovato sentire comune”

Tra le righe del dispositivo giudiziale c'è l'obbligo di riconoscere, a chi si è costituito in giudizio, una somma di euro 5000 a titolo di risarcimento. L’obiettivo delle forze politiche è omaggiare con questo gesto “le decine di persone, che tra associazioni, movimenti, partiti o anche da semplici cittadini hanno speso parte del loro tempo, hanno messo a disposizione il loro entusiasmo e le loro competenze”. Quei “Volenterosi”, che “hanno rimesso anche del proprio denaro per metter su manifestazioni, banchetti e volantini” e che, negli ultimi cinque anni, sono sempre stati sensibili alla vicenda. A differenza di coloro che “pur avendo concesso pareri favorevoli, si sono sbracciati nell’esultanza della vittoria”.