Pape Samba Gueye vince il concorso per le startup giovanili di Digithon con un app per prevenire la violenza sulle donne

Massimiliano Dilettuso
di Massimiliano Dilettuso
Cultura e Spettacoli, Video
10 settembre 2018

Il giovane bitontino di origini senegalesi premiato a Bisceglie

È Pape Samba Gueye il vincitore assoluto del concorso giovanile indetto da DigithON “A scuola di startup”. Il bitontino, di origini senegalesi, si è affermato grazie alla sua “MySecurity”, un’applicazione pensata ad hoc dal diciottenne per combattere la violenza sulle donne. 

“MySecurity consente di essere al sicuro ovunque tu sia – recita la descrizione del progetto presentato da Pape Sambal’app ti invia un messaggio ogni ora e mezza da quando viene attivata per sapere come stai. Se va tutto bene basta pigiare il tasto 'si' e il messaggio viene mandato dopo un'altra ora e mezza. Se non si risponde al messaggio entro un tot di tempo, viene mandato un messaggio di allerta ad una o più persone indicate dal proprietario segnalando la propria posizione”.

La startup del giovane nasce tra i banchi di scuola dell’ITT “A. Volta” di Bitonto durante un percorso di alternanza scuola lavoro svolto dallo stesso Samba e da altri studenti dell’istituto bitontino. Infatti, l’iniziativa di DigithON si rivolge ad un pubblico di studenti dai 16 ai 20 anni proveniente dalle scuole secondarie di secondo grado, e – nell’edizione 2018 – sono stati numerosi gli alunni partecipanti, ma il singolare progetto presentato dal diciottenne bitontino ha subito colpito l’intera giuria di DigithON che, nella giornata di ieri, gli ha assegnato il primo premio in una cerimonia tenutasi a Bisceglie. 

Pape Samba ha guadagnato, così, un assegno da 500 euro e l’accesso ad un altro concorso di startup che si svolgerà nelle prossime settimane a Maratea, in Basilicata.

 

Video di Go Streaming