Il successo di Rigenera SmartCity

Massimiliano Dilettuso
di Massimiliano Dilettuso
Cultura e Spettacoli, Video
11 settembre 2018
Photo Credits: Davide Saponieri

Al Laboratorio Urbano grandi artisti come Cosmo, Clementino, Mannarino e Motta

Coniugare la cultura alla musica: con questa mission il “Rigenera SmART City” di Palo del Colle è divenuto, in soli quattro anni, il festival delle periferie più grande d’Italia. Dal 6 al 9 settembre, il Laboratorio Urbano di Rigenera – l’immobile comunale di 1500 mq abbandonato da vent'anni e restituito alla comunità nel 2013 come spazio pubblico dove riunirsi per dare corpo alle idee e ai progetti giovanili – ha ospitato alcuni dei nomi più importanti della scena musicale odierna. Da Motta, cantautore e polistrumentista vincitore di due “Premio Tenco” – nella categoria “Opera Prima” e come miglior disco dell’anno –, a Cosmo, reduce da un tour sold out denominato “Cosmotronic” nei principali club italiani ed europei.

Sul palco di Rigenera sono saliti anche il cantautore romano Alessandro Mannarino, vincitore di due dischi di platino con “Me so ‘mbriacato”, e il partenopeo Clementino, tra i più celebri rapper italiani, che ha eseguito hit come “O Vient” e “Quando sono lontano”.

Il Festival delle periferie si è aperto ufficialmente il 6 settembre con la performance di Alessandra Gaeta "IN & OUT of Borders", il vernissage della mostra di Michele Cremaschi "Geo - Happiness Measuring – Può l'arte misurare la felicità?", un talk su arte e periferie moderato da Carlo Massarini con Cremaschi, Renzo Francabandera e Corrado d'Elia, ma soprattutto con lo spettacolo di Corrado d'Elia arricchito dagli interventi live painting di Renzo Francabandera, artista, live painter e critico della scena contemporanea. 

Il 7 settembre, invece, è stata la volta del duo MottaCosmo: il primo ha presentato il suo energico “Vivere o Morire Tour” con una performance live di grande dinamismo, mentre il secondo ha portato a Palo del Colle il “Cosmotronic Tour”, un set colmo di luci ed effetti che ha fatto ballare tutti i presenti.  

L’8 settembre Mannarino si è raccontato durante un incontro intimo tra viaggi, letteratura, musica e parole, accompagnato da alcuni tra i suoi fidati musicisti e la sua chitarra. La performance è stata pensataad hoc per Rigenera e ha previsto l’esecuzione delle canzoni più rappresentative dai suoi quattro album. 

Hanno chiuso la quarta edizione di “Rigenera SmART City”, le esibizioni de “Lemandorle”, esponente della scena indie italiana autore di “Ti amo il venerdì sera” (3 milioni di streaming su Spotify, ndr) e “I Ministri”, band milanese di alternative rock con 15 anni di esperienza alle spalle. Quest’ultimi, prima di salire sul palco, hanno spiegato ai microfoni di BitontoTv quanto sia importante la periferia per un gruppo rock: “Le periferie sono il primo posto che ci ha veramente accolto. Anche qui in Puglia ne abbiamo girate tantissime e sono un punto fondamentale per incontrare i ragazzi che hanno meno possibilità di assistere ad eventi più grossi”

Nel finale, Clementino si è esibito in un energico dj set in cui ha eseguito dal vivo gran parte dei suoi brani più celebri, salvo poi concedersi ad un originale freestyle sulla città di Palo del Colle