Abbaticchio farà parte del nucleo di supporto all'Agenzia Nazionale per i Beni Sequestrati

di La Redazione
Politica
25 settembre 2018
Photo Credits: BitontoTV

Abbaticchio farà parte del nucleo di supporto all'Agenzia Nazionale per i Beni Sequestrati

L'incarico gratuito è stato conferito dalla Prefettura di Bari

Con apposito decreto, la Prefettura di Bari ha nominato Michele Abbaticchio all’interno del nucleo di supporto all’Agenzia Nazionale per l’Amministrazione e la Destinazione dei Beni Sequestrati e Confiscati alla Criminalità Organizzata. Si tratta di un incarico gratuito, arrivato dopo diversi anni di esperienza all’interno di Avviso Pubblico, di cui il Sindaco di Bitonto è tuttora vicepresidente.

“Sono onorato perchè la nomina tiene conto delle competenze che ho potuto maturare grazie ad Avviso Pubblico - ha dichiarato Abbaticchio a BitontoTV - abbiamo un grande lavoro da svolgere sui beni confiscati, anche a Bitonto, con i due appartamenti in via Mucciaccia e sono convinto che il fatto di poter lavorare a stretto giro con la Prefettura ci possa garantire modelli di gestione migliori”.

L’ANBSC è stata istituita con decreto-legge 4 febbraio 2010, n. 4, convertito in legge, con modificazioni, dalla legge 31 marzo 2010, n. 50, oggi recepita dal decreto legislativo n.159 del 6 settembre 2011 (Codice Antimafia).

L'Agenzia è un ente con  personalità giuridica di diritto pubblico, dotata di autonomia organizzativa e contabile ed è posta sotto la vigilanza del Ministro dell'interno.

Come si legge sul sito ufficiale, scopo principale dell'Agenzia è quello di provvedere all'amministrazione e alla destinazione dei beni sequestrati e confiscati alle mafie, a seguito di confisca definitiva, nonché coadiuvare l'amministratore giudiziario sotto la direzione dell'Autorità Giudiziaria in fase di sequestro fino alla confisca di primo grado, dopo la quale assume la gestione diretta degli stessi beni.

Attraverso una stretta collaborazione con l'Autorità Giudiziaria, l'Agenzia fornisce supporto alla programmazione della destinazione dei beni, già durante la fase giudiziaria.