ASV. Il socio privato chiede il recesso

di La Redazione
Politica, Cronaca
21 settembre 2018

ASV. Il socio privato chiede il recesso

Il Comune studia una soluzione per salvare l'azienda

Con una pec inviata presumibilmente lo scorso agosto, il socio privato dell’Azienda Servizi Vari S.p.a. di Bitonto ha annunciato la richiesta di recesso. “Puglia Multiservizi” ha deciso, infatti, di rinunciare alla partecipazione nell’azienda che si occupa del servizio di igiene urbana in città.

La notizia è arrivata nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale, tenutosi ieri, grazie all’interrogazione presentata da Michele Daucelli, in rappresentanza del gruppo politico di “Insieme per la città”, durante la presentazione del neo-assessore all’Ambiente, Domenico Incantalupo. 

La richiesta di “Puglia Multiservizi” mette in seria difficoltà Palazzo Gentile, titolare del 60% della partecipata. Secondo IpC, infatti, “detto recesso ostacola la gara a doppio oggetto e la prosecuzione dell’attività della stessa A.S.V., oltre al rischio di scioglimento a cui la stessa verrà sottoposta in caso di mancata liquidazione del socio privato entro la prima decade di febbraio 2019”. Tradotto: se il Comune non dovesse liquidare i privati, l’azienda collasserebbe, mettendo a rischio il servizio svolto sul territorio comunale e, contestualmente, numerosi posti di lavoro. 

Seguendo le richieste di chiarimenti della minoranza, Incantalupo si è riservato di rispondere per via scritta e nei prossimi giorni, nel frattempo il Municipio dovrà trovare una soluzione. Secondo le prime indiscrezioni, A.S.V. e Amministrazione Comunale potrebbero decidere di liquidare decidendo di dismettere alcuni beni in possesso dell’azienda, molto probabilmente un capannone o un terreno. Al momento l’unica soluzione percorribile, considerato lo stato delle casse della partecipata comunale, alle prese con due contenziosi (su tutto quello con la S.C.A.R.L. di Modugno) e con un bilancio in rosso da tre esercizi.