Il Consiglio di Stato dà ragione al TAR: niente autorizzazioni alla discarica Fer. Live

di La Redazione
Politica, Cronaca
29 agosto 2018

Il Consiglio di Stato dà ragione al TAR: niente autorizzazioni alla discarica Fer. Live

Per il Sindaco 'è un bel giorno per Bitonto, tutta intera'

“È un bel giorno, per Bitonto, tutta intera”. Così il sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio, ha scelto di dare ieri l’annuncio della sentenza del Consiglio di Stato che ha confermato la sentenza del Tar Puglia sul caso Fer. Live, il progetto di discarica da realizzare in contrada Colaianni, nell’agro compreso da Bitonto e Palombaio.

Secondo la quarta sezione del Consiglio di Stato, pronunciatasi nelle scorse ore, le conclusioni del Tribunale Amministrativo, che un anno fa aveva ritenuto il ricorso della società "In parte inammissibile e in parte infondato”, “non possono che essere condivise”. Niente da fare, dunque, per l’Autorizzazione Integrata Ambientale all’impianto, varrà il “no” espresso dalla Provincia nel 2013.

L’ultimo organo di giudizio non ha fatto altro che sostenere, dunque, le ragioni del Tar - legate al Piano Regionale Gestione Rifiuti Speciali, alle riserve espresse dagli enti locali, nonché ad una omessa notifica alla Regione Puglia - dando ragione di fatto al Comune di Bitonto, rappresentato dallo studio legale di Vincenzo Caputi Iambrenghi, e all’attuale Città Metropolitana, sostenuti dall’intervento del Comune di Terlizzi e del Comitato “Ambiente è vita”. 

La sentenza chiude - almeno momentaneamente - una vicenda lunga sette anni, nata nel 2011 con la presentazione delle prime istanze da parte della società, culminata con le proteste del 2013 e finita poi a carte bollate in tribunale. Con una parentesi nel 2017 legata ad una proroga della V.I.A. concessa dalla Città Metropolitana.

“No alla discarica Ferlive a Palombaio, si ad un futuro sostenibile -  ha esultato il primo cittadino - La linea e la condotta che abbiamo tenuto sin dal primo momento sono state premiate, cancellando l'amarezza di attacchi e insinuazioni tra fratelli bitontini”. Per la sezione locale di Sinistra Italiana “vince Bitonto oltre gli insulti, ma non dimentichiamo gli anatemi che furono lanciati al tempo della denuncia da chi oggi si vanta della propria condotta”. “La Fer.Live non potrà costruire il proprio impianto dannoso per la salute e per l’ambiente ed è stata condannata a pagare una spesa pecuniaria - ha scritto in una nota il Comitato “Ambiente è vita” - Le centinaia di firme raccolte tra mille difficoltà, titubanze e scetticismo hanno avuto un ruolo di essenziale nel giudizio”.