Nel weekend la quarta edizione del festival bandistico FlataTùm

di La Redazione
Cultura e Spettacoli
19 giugno 2018

Nel weekend la quarta edizione del festival bandistico FlataTùm

Mostre, concerti e spettacoli teatrali dedicati alla tradizione musicale locale

Mostre, concerti, spettacoli teatrali e conferenze con illustri ospiti, mescolando tradizione e innovazione. Parte da qui la quarta edizione di “FlataTùm”, il festival bandistico della città di Bitonto, promosso dall’associazione musicale culturale “Davide Delle Cese” che avrà luogo dal 22 al 24 giugno prossimi.

"Con orgoglio quest'anno ci accingiamo a realizzare la quarta edizione del festival bandistico cittadino: sarà diviso in tre giornate per consentire di vivere al meglio tutte le sfaccettature della musica. Per la prima volta ci sarà una performance teatrale, “Scorribanda” con Raffaello Fusaro e Rossella Giugliano, due grandi professionisti della nostra terra affermatisi anche a livello nazionale", ha spiegato il direttore artistico Vito Vittorio Desantis ieri in conferenza stampa.

Il festival sarà aperto venerdì 22 giugno nella chiesa di San Gaetano dalla mostra fotografica dedicata ad Angelo Inglese, nel centenario della nascita del compositore, seguita, alle ore 20:00 dallo spettacolo di musica e danza “Guarda che banda”. Sabato 23, alle ore 19:00, la “Grande orchestra di fiati F. Ligonzo Città di Conversano” girerà per le città, la stessa si esibirà alle ore 20:00 nella cassa armonica che sarà allestita in piazza, diretta dal maestro Angelo Schirinzi. Un’ora più tardi toccherà al “Gran complesso bandistico S. Cecilia Città di Molfetta”. Domenica 24, giorno conclusivo, alle ore 18:30 sarà ricordata, nel centenario della Prima Guerra Mondiale, la Battaglia del Solstizio, con la “Fanfara dei Bersaglieri ANB Città di Altamura, che si esibirà anche in Piazza Cavour. Alle 21:00, nel cortile dell’episcopio della Cattedrale la chiusura con lo spettacolo teatrale e musicale “Scorribanda”, di e con Raffaello Fusaro e l’Orchestra Sinfonica di Fiati “Davide delle Cese, con la partecipazione straordinaria di Rossella Giugliano. Lo stesso spettacolo sarà replicato il 27 a Viterbo, nell’ambito del festival organizzato da “Caffeina”.

"La Puglia vanta una delle più consolidate tradizioni bandistiche e banda è sinonimo di festa, piazza e comunità  – ha commentato il sindaco Michele Abbaticchio -. Siamo felici, per questo, di avere anche quest’anno un festival di questo calibro che porta importanti collaborazioni artistiche e stringe amicizie con le città limitrofe". 

Per l’assessore Rino ManginiL’entusiasmo di FlataTùm ci ha portato a trovare una importante miscela tra innovazione e tradizione”, quella “tradizione che è importante preservare e tutelare in tutte le forme possibili” secondo il maestro Schirinzi.

La rassegna godrà anche quest’anno del co-finanziamento della Presidenza del Consiglio dei MinistriDipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale – “Parole e Musica. Dalla Cinquecentina al manoscritto musicale”, dal Comune di Bitonto, con il contributo dell’associazione “Delle Cese”, della Cooperativa “Ulixes” e di diverse aziende ed attività commerciali del territorio che hanno sposato l’iniziativa.