Eroi con la tonaca. Mons. Savino nello speciale di El Mundo dedicato alla Chiesa che lotta contro la malavita

di La Redazione
Cronaca, Cultura e Spettacoli
14 giugno 2018

Eroi con la tonaca. Mons. Savino nello speciale di El Mundo dedicato alla Chiesa che lotta contro la malavita

L'articolo apparso nella sezione dedicata ai reportage. Il vescovo di Cassano allo Ionio fotografato con mons. Oliva

Sono gli “Héroes con sotana”, gli eroi con la tonaca, parroci, vescovi, rappresentanti del mondo ecclesiastico che hanno dichiarato “guerra” alla malavita organizzata e a cui El Mundo, tra i principali quotidiani spagnoli, ha dedicato un reportage nella sezione “Papel”, dedicata all’approfondimento.

Tra i vescovi richiamati dall’articolo, c’è monsignor Francesco Savino, già rettore della Basilica dei Santi Medici di Bitonto, oggi vescovo di Cassano allo Ionio in Calabria, che accompagna il suo collega Francesco Oliva, il vescovo di Locri intervistato da Irene Velasco, reporter del quotidiano, durante una marcia promossa da Libera. 

Dal 2015, mons. Savino conduce una importante opera di contrasto alla criminalità calabrese. Più volte si è espresso denunciando l’influenza delle ‘ndrine. “Per capire la Calabria – spiegava ad un evento pubblico nel 2017, ripreso dall’agenzia SIRdobbiamo utilizzare la figura del triangolo isoscele: due lati uguali, che sono la ‘ndrangheta e la massoneria, e la cui base è la politica. Ma come mai la Calabria, la culla della magna Graecia è arrivata alla ‘ndrangheta?”.

Savino fa parte di quella nuova generazione di vescovi fortemente impegnati nel sociale, come quelli citati da mons. Oliva nell’articolo: “In passato la Chiesa, o meglio alcuni uomini della Chiesa, non sono sempre stati consapevoli del pericolo del fenomeno mafioso e non si sono opposti. Ma ora è tutto più chiaro. Nella Chiesa c'è una più forte azione di opposizione contro la 'Ndrangheta, un'organizzazione che è una pericolosa manifestazione del potere del male”.

El Mundo racconta anche l’esperienza di don Luigi Merola, il parroco napoletano, da anni in prima linea contro la Camorra, ospite nel 2012 a Bitonto per un evento promosso dall’Osservatorio Pugliese della Legalità, dall’associazione “Sole” e dal Comitato per la Legalità bitontino.