A Bitonto continua ad aumentare la spesa pro capite per il gioco d'azzardo: più di quattrocento euro all'anno

Massimiliano Dilettuso
di Massimiliano Dilettuso
Cronaca
09 giugno 2018

A Bitonto continua ad aumentare la spesa pro capite per il gioco d'azzardo: più di quattrocento euro all'anno

Dati schock diffusi dal data blog del Sole 24 ore. Aumento di oltre cento euro rispetto allo scorso anno

A Bitonto la spesa per il gioco d’azzardo continua ad aumentare: sono 24.125.216,21 euro i soldi sborsati dai bitontini traslot machine, gratta&vinci, superenalotto e scommesse. Il dato si riferisce ai primi sei mesi del 2017 ed è stato divulgato recentemente da Infodata, data blog de “Il Sole 24 Ore”, ed è basato sulle analisi effettuate dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

In sostanza, nella prima parte dello scorso anno, i bitontini hanno speso 435,84 euro pro capite contro i 334, 2 euro dell’intero 2016 e i 325, 7 euro del 2015. Sempre durante il primo semestre del 2017, nel Comune le vincite hanno raggiunto la cifra di 17.506.719,38 euro, ovvero ogni residente ha vinto, in media, 316,27 €.

Nella Penisola, invece, gli italiani hanno consumato oltre 37 miliardi di euro: una cifra che allarma gli addetti ai lavori e che ha spinto il blog a pubblicare la ricerca proprio per sotto controllo il problema. Infatti, come si legge tra le righe de “Il Sole 24 Ore”, “nel contratto di governo sottoscritto da Lega e Movimento 5 Stelle si parla anche di gioco d’azzardo. L’obiettivo è quello di combattere la ludopatia, ad esempio vietando la pubblicità e le sponsorizzazioni alle aziende del settore, imponendo dei limiti di spesa ed introducendo misure che impediscano ai minori di giocare”.

Nel complesso, il dato pro capite bitontino è nettamente inferiore a quello italiano (610,3 euro, ndr) e a numerosi comuni dell’area metropolitana barese che, invece, registrano valori ben più alti. Nel capoluogo, ad esempio, un barese spende mediamente 736,03 euro nel gioco d’azzardo, a Monopoli 812,06 euro, aCasamassima e Sammichele di Bari – addirittura – 1.766,50 euro e 1136,48 euro. Tuttavia, la mappa del nostro Paese, presentata da Infodata, non è omogenea: infatti, i comuni in cui la spesa pro capite supera la media nazionale sono ben distribuiti, salvo una concentrazione leggermente minore nel Mezzogiorno