Il Piano Triennale delle Opere Pubbliche sarà finanziato quasi interamente da fondi sovracomunali

di La Redazione
Cronaca
19 aprile 2018

Il Piano Triennale delle Opere Pubbliche sarà finanziato quasi interamente da fondi sovracomunali

È record. Sedici milioni di euro per periferie, cultura e rigenerazione urbana

Oltre il novanta percento dei fondi destinati al Piano Triennale delle Opere Pubbliche, discusso due giorni fa dal Consiglio Comunale di Bitonto, proviene da enti sovracomunali. 

Il dato più interessante che emerge dal documento programmatico, destinato al triennio 2018-2020, è il carattere eterogeneo delle risorse, intercettate attraverso programmi di investimento per progettualità europee, nazionali e regionali. 

Nel dettaglio, Palazzo Gentile ha stanziato appena 880mila euro, a cui vanno aggiunti circa 600mila provenienti da mutui che verranno o sono stati stipulati. 5 milioni di euro sarà l’apporto di capitale privato previsto per i project financing, addirittura oltre 16 milioni i finanziamenti sovracomunali già intercettati. 

I programmi finanziati più importanti si conoscono già: si tratta dei fondi CIPE destinati alla rigenerazione di alcuni asset strategici cittadini (su tutti il lungolama e la zona di Piazza Caduti), i fondi per la Rigenerazione Urbana recentemente assegnati, il polo community library.

Dall’Amministrazione si dicono soddisfatti e il sindaco Michele Abbaticchio ha sottolineato che "mai sono stati stanziati a bilancio così tanti fondi extracomunali". Mentre il consigliere di “Città Democratica” Francesco Brandi, concentrandosi sulle aree di destinazione dei fondi, ha parlato di “importante chance di rigenerazione di ambiti urbani oggi relegati sostanzialmente a quartieri dormitorio”.