Il Consiglio Regionale si impegna a superare il passaggio a livello di via Santo Spirito

di La Redazione
Cronaca
06 aprile 2018

Il Consiglio Regionale si impegna a superare il passaggio a livello di via Santo Spirito

Approvata la mozione di Damascelli: sarà realizzata un'infrastruttura sostitutiva. Ma quale?

Aggiornamento ore 11:00

Il sindaco Michele Abbaticchio è intervenuto con un commento postato sulla pagina Facebook ufficiale:

La Regione Puglia, allo stato attuale, non ha stanziato un euro di propri fondi per eliminare il passaggio a livello di via S.Spirito. La soppressione dello stesso tramite la realizzazione di un'altra infrastruttura ad oggi è possibile solo grazie ad una scheda progettuale presentata dal Comune di Bari e finanziata dal Ministero a dicembre scorso (sette milioni di euro), a seguito di una proposta presentata dall'amministrazione comunale.
Purtroppo a nulla sono valsi, in tal senso, tanti anni di incontri e mozioni di consiglieri regionali vari.
Ad onor di verità e per quello che puo' interessare ai cittadini che, giustamente, si sono soltanto dilaniati la pazienza per attendere uno sblocco promesso da vent'anni. Cosi come il sottoscritto.

 

 

Seguendo la mozione presentata da Domenico Damascelli, il Consiglio Regionale della Puglia ha approvato una delibera con cui si impegna la Giunta di via Capruzzi a lavorare per l’eliminazione del passaggio a livello di via Santo Spirito, attraverso un’opera sostitutiva. 

Il governo pugliese si dovrà impegnare “con urgenza, anche attraverso la pianificazione delle economie di gara degli interventi finanziati, il finanziamento di una infrastruttura sostitutiva del passaggio a livello delle FNB sulla provinciale 91 Bitonto-Santo Spirito, che rappresenta un rischio non più sostenibile per la sicurezza degli automobilisti e degli utenti del trasporto pubblico locale, sia ferroviario che su gomma”

La mozione del consigliere di Forza Italia chiede anche di “impegnare nel più breve tempo possibile le somme necessarie, in modo da rimuovere in via definitiva il passaggio a livello di Bitonto su via Santo Spirito attraverso la realizzazione di un’opera pubblica assolutamente necessaria, che contribuirebbe in misura considerevole a migliorare i livelli del servizio ferroviario sul territorio del Nord Barese ed i collegamenti tra aree costiere e aree interne, con importanti ricadute positive dal punto di vista sociale”.

Bisognerà tuttavia capire quale sarà l’infrastruttura sostitutiva. Il tanto chiacchierato progetto di sottopasso, nato in origine durante la giunta Valla e che costerebbe circa dieci milioni di euro, non avrebbe le necessarie coperture finanziarie, mentre ancora nulla si sa circa l’ipotesi di allargamento di via delle Fornaci, annunciata da Palazzo Gentile, ma non ancora formalizzata. 

La soluzione dovrà arrivare entro il 2019, quando l’azienda di trasporti Ferrotramviaria attiverà i collegamenti con il Salento e il traffico sui binari bitontini subirà un notevole aumento.