Politiche. La posizione di movimenti e partiti a Bitonto

Savino Carbone
di Savino Carbone
Elezioni Politiche 2018
02 marzo 2018
Photo Credits: Lisa Fioriello

Politiche. La posizione di movimenti e partiti a Bitonto

Da Cinque Stelle e centrodestra le certezze. Variegata la situazione interna al centrosinistra

AGGIORNAMENTO ORE 21:45

Le precisazioni del gruppo Bitonto Solidale:

La Segreteria ed il Direttivo del movimento Bitonto Solidale, per voce di Lisa Nuzzo unica referente dello stesso movimento che ha supportato l’elezione del sindaco Michele Abbaticchio, rende noto che la pubblicazione nonché diffusione dell’articolo “La posizione di movimenti e partiti a Bitonto” ad opera della testata giornalistica BitontoTV è palesemente non veritiera nelle notizie comunicate con lo stesso articolo. La non veridicità della notizia è rappresentata nel punto in cui viene espressa una “distanza” tra il consigliere comunale dott. Domenico Incantalupo e la restante componente appartenente all’ex movimento Schittulli. È doveroso in quanto unica referente del movimento evidenziare che all’interno del movimento Bitonto Solidale non sussistono i presupposti di una “distanza” tra i vari membri dello stesso.

 

 

Sono ore calde per la politica locale, impegnata nella campagna per le nazionali che sta subendo una brusca, quanto ritardata, accelerata. 

Al momento certezze sul posizionamento arrivano dal Movimento Cinque Stelle, l’unica forza che ha espresso un candidato locale, Francesca Anna Ruggiero, e dal centrodestra. Forza Italia sta lavorando per Massimo Cassano e tutte le incomprensioni tra l’area Brattoli-Somma e quella damascelliana sembrerebbero almeno ufficialmente superate, come dimostrano le recenti dichiarazioni del senatore e la presenza del consigliere regionale e di Carmela Rossiello a uno degli ultimi incontri elettorali.

La partita più interessante si gioca nel centrosinistra. Il percorso con cui è stato individuato il candidato Giuseppe Giulitto ha rischiato di pregiudicare il percorso di condivisione abbozzato dal PD di Michele Naglieri, ma l’allarme sembrerebbe rientrato. Nelle scorse ore sono arrivati gli endorsement pubblici di “Città Democratica” e di “Progetto Comune Viviamo la Città”, seppur con qualche distinguo - la civica che fa capo a Nunziante non si è espressa sulle liste ma ha dato indicazioni di voto sui “candidati di centrosinistra”, citando esplicitamente Salvatore Campanelli, in lizza all’uninominale per il Senato. 

Variegata, invece, la posizione delle altre liste che sostengono il primo cittadino Michele Abbaticchio, nei giorni scorsi intervenuto a sostegno delle candidature dem con una dichiarazione pubblica. Il Sindaco sarà seguito da “Tra la Gente”, che su Facebook ha condiviso l’invito al voto per Giulitto-Campanelli, “Iniziativa Democratica”, come spiegato dal presidente del Consiglio Vito Labianca ai taccuini di BitontoTV, anticipando un comunicato che dovrebbe essere pubblicato nelle prossime ore, “La Puglia in Più” di Nino Colasanto e “Bitonto Solidale”, nella componente legata a Domenico Incantalupo, ormai distante dagli ex schittuilliani.

Il consigliere Giuseppe Santoruvo ha fatto sapere che “70032 - Città in Movimento” ha lasciato libertà di scelta (sono diversi gli esponenti della lista che hanno partecipato alle manifestazioni pubbliche in sostegno di Massimo Cassano e Liberi e Uguali), invitando tuttavia i simpatizzanti a stare lontano “dagli estremismi e i populismi rappresentati da CasaPound e Movimento Cinque Stelle”. La stessa decisione è stata presa da “Direzione Bitonto”, mentre “Riformisti Cattolici e Popolari”, almeno nella quota moderata, convergerà su Massimo Cassano.

Le forze di sinistra di minoranza sosterranno a vario titolo la coalizione di centrosinistra. Il segretario di “Insieme per la Città”, Cosimo Bonasia, ha spiegato che la forza politica punterà su Giulitto-Campanelli (anche se il voto di lista potrebbe essere variegato), “Governare il Futuro” ha già espresso sui social simpatie per “+Europa” di Emma Bonino, mentre il PSI voterà “Insieme”, il gruppo in cui è inserita la componente socialista. La sinistra extraconsiliare, infine, sosterrà “Liberi e Uguali” (con Sinistra Italiana e MDP) e “Potere al Popolo” (Rifondazione Comunista).