'Progetto Comune Viviamo la Città' sosterrà Salvatore Campanelli

di La Redazione
Elezioni Politiche 2018
26 febbraio 2018

'Progetto Comune Viviamo la Città' sosterrà Salvatore Campanelli

In una nota la lista civica ha appoggiato il candidato dem al Senato

“Progetto Comune Viviamo la Città” ha reso pubblico il proprio endorsement per Salvatore Campanelli, candidato del Partito Democratico e del centrosinistra al Senato, nel collegio uninominale Puglia 1. La lista civica ha diramato una nota stampa in cui spiega le motivazioni per cui ha deciso di sostenere l’avvocato, molto vicino ad Emiliano e Nunziante.

“Più che mai consapevoli della necessità di dare un contributo di voto responsabile, a sostegno di quei candidati del centrosinistra, disponibili e capaci di interpretare con spirito civico le suddette istanze - scrivono dal movimento - si è pertanto deciso di raccogliere l’appello rivolto al variegato mondo dell’impegno politico civico da parte dell’avv. Salvatore Campanelli […] da tempo impegnato nel civismo politico attivo per lo sviluppo del territorio attraverso i suoi tre successivi mandati da consigliere comunale, ivi compresa l’attuale amministrazione del capoluogo pugliese guidata dal sindaco Antonio Decaro”. 

Lo scorso giovedì, Campanelli aveva aperto alla realtà delle liste civiche, con un intervento apparso poche ore prima di un comizio elettorale a Bitonto: “Ritengo sia arrivato il momento di trovare interlocutori credibili, come io considero le liste civiche, con cui affrontare insieme i problemi sul tappeto attraverso l’unità di intenti, un confronto ampio e costruttivo in modo da costruire una grande forza d’urto capace di farsi portavoce delle istanze della nostra collettività e del nostro territorio”

Singolare, tuttavia, che “Progetto Comune Viviamo la Città” abbia deciso di appoggiare pubblicamente solo il candidato al Senato, ignorando nella nota Giuseppe Giulitto, candidato dem nell’uninominale bitontino per la Camera.

La lista civica ha comunque confermato “il proprio impegno a sostenere con attenzione tutti i processi di dialogo finalizzati a costruire politiche di sintonia e sinergia tra le forze del centrosinistra(locale e sovralocale), pur nel rispetto della volontà dei propri elettori”, condividendo il recente auspicio di Romano Prodi affinché “possa rinascere un progetto politico nazionale capace di coinvolgere i cittadini ad una politica partecipata, rivedendo la logica troppo rigidamente “partitica” della sua origine”.