Network Internazionale Danza Puglia, a Bitonto il coreografo francese David Drouard

di La Redazione
Cultura e Spettacoli, Video
13 febbraio 2018

Network Internazionale Danza Puglia, a Bitonto il coreografo francese David Drouard

Weekend dedicato alla grazie grazie al circuito diretto da Ezio Schiavulli

Sabato 17 e Domenica 18 Febbraio il Network Internazionale Danza Puglia diretto da Ezio Schiavulli, nell’ambito dell’omonima rassegna, giunta alla sua quarta edizione, accoglie il coreografo francese David Drouard, performer e pedagogo di notevole sensibilità artistica e di grande ricerca creativa.

L’artista, ha collaborato con Odile Duboc al Centro Coreografico Nazionale di Belfort e Jiri Kylian (Nederlands Dans Theater) come danzatore e assistente del coreografo Francese Lionnel Hoche.

Sabato 17 presso il Padiglione 170 della Fiera del Levante di Bari, David Drouard condurrà un laboratorio per il perfezionamento degli insegnanti della danza appartenente al territorio pugliese. La domenica 18, invece, guiderà il primo gruppo, 44 allievi tra i 15 e i 21 anni, in un workshop sulla tecnica contemporanea e sul suo repertorio. Durante le stesse ore del Mattino, grazie al progetto ministeriale “Risico”, Alain El Sakhawi guiderà i giovani danzatori in un processo di ideazione e costruzione di progetti di video-danza per il secondo gruppo dei più giovani. Nel pomeriggio, invece, i due gruppi di allievi invertiranno le discipline.

Anche per questo incontro, il Network Danza Puglia, in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese, sarà a Bitonto con l’incontro “L’arte dello spettatore”, durante il quale si terrà la presentazione dei lavori dei coreografi ospiti e incontro con l’artista. David Drouard, presenterà  alle ore 19:00. presso il Teatro Traetta “(F)aune”: “Della versione dell'opera di Nijinski, David Drouard attacca il mostro sacro per rivisitare il mostruoso. Non è una reinterpretazione ma una reinvenzione libera di quello che ne resta (la sua musica, i suoi temi principali, il suo spirito di trasgressione). Il Fauno non cerca di riattivare la figura del selvaggio seducente, ma di mettere in discussione la relazione dell'uomo presente con l'organicità primitiva. Ritornando alle origini della civiltà contemporanea, il coreografo si interroga su una possibile rottura con le origini: l'era dell'industria culturale e l'iper-consumismo significano la denaturazione dell'umanità? Teddy bear o corpo grezzo, il coreografo traccia un percorso ibrido, dal quale rileggere la mitologia e cogliere le basi del mondo contemporaneo”.

Il week-end sarà arricchito dalla presenza di Maria Luisa Buzzi, direttore e capo redattore della rivista nazionale Danza&Danza, accompagnato dal presidente dell’associazione CRO.ME e coordinatore del progetto RISICO: Enrico Coffetti. 

Il Network Internazionale Danza Puglia nasce con la volontà di offrire un ampliamento professionale alla formazione di danzatori e insegnanti di danza della regione Puglia e di sensibilizzare il nuovo pubblico Pugliese all’arte coreografica.  Una rete tra scuole di formazione che permette di riunire le singole e diverse competenze, ampliando in tal modo il campo di ricerca artistica e indirizzandolo verso una maggiore internazionalità e una più alta qualità culturale. Inteso come occasione di forte inclusione e accessibilità, lontana dall’idea di elitarismo culturale. Un percorso di crescita collettiva e culturale.