Con TrackAbility il turismo in città diventa accessibile

di La Redazione
Cultura e Spettacoli
21 febbraio 2018

Con TrackAbility il turismo in città diventa accessibile

Presentato il progetto promosso da tre giovani ragazze e dedicato alla disabilità

È stato presentato nei giorni scorsi “TrackAbility”, il primo portale per il turismo accessibile della Puglia. L’idea progettuale è nata dall'intraprendenza di tre giovani professioniste del settore, la bitontina Luciana Carbonara e le colleghe Angela Squicciarini e Sappia Fanelli, vincitrici del bando “PIN-Pugliesi Innovativi” finanziato dalla Regione Puglia. 

L’obiettivo delle ragazze è quello di mettere le ali alla voglia di viaggiare delle persone con esigenze particolari di accesso, per garantire la sicurezza di non ricevere sgradite “sorprese” durante i viaggi e gli spostamenti: basterà semplicemente navigare sul portale di TrackAbility per trovare strutture censite e certificate, con precise descrizioni di accessibilità, tutte ispezionate prima di essere inserite sulla piattaforma. Un modo quindi anche per rendere più appetibile l'offerta turistica del territorio e migliorarlo indirettamente, interagendo direttamente con le istituzioni locali e il mondo dell'associazionismo grazie a una serie di partnership strette coi protagonisti del terzo settore e del mondo della ristorazione e delle strutture ricettive turistiche. 

TrackAbilty, gode infatti della partnership con l'Università degli Studi di Bari, della Cittadella della Scienza, del Comune di Bitonto, della Rete delle Organizzazioni dell'Area della Disabilità e di Bitonto Accessibile. 

Alla presentazione bitontina del portale, tenutasi lo scorso lunedì e anticipata da un laboratorio di progettazione partecipata, sono intervenuti i referenti del progetto, il sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio, e l'assessore al Welfare, Gaetano De Palma.