Bitonto Capitale Italiana della Cultura. Stamattina l'audizione al Ministero, Abbaticchio: 'Noi il Sud del riscatto'

di La Redazione
Cultura e Spettacoli, Video
05 febbraio 2018

Bitonto Capitale Italiana della Cultura. Stamattina l'audizione al Ministero, Abbaticchio: 'Noi il Sud del riscatto'

Mangini assicura: 'Il progetto diventerà il Piano Strategico della Cultura'. Gli artisti italiani tifano per la città

Si terrà questa mattina, presso gli uffici del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, l’audizione del sindaco Michele Abbaticchio e dell’assessore Rino Mangini, ultimo step prima della cerimonia di consegna del titolo di Capitale Italiana della Cultura 2020. La delegazione bitontina illustrerà al MiBACT i punti cardine del progetto con cui Bitonto è candidata al concorso ed è riuscita ad entrare nella shortlist.

“Ci sono delle Città favorite dai pronostici e, ovviamente, tra quest'ultime non c'è l'unica città superstite del Sud (isole escluse) in questa finale. Ovvero noi - ha scritto sui social Abbaticchio, che sarà accompagnato “simbolicamente” dalla Città Metropolitana di Bari e dalla Regione Puglia, che hanno da subito abbracciato il programma di Bitonto Capitale - Abbiamo le idee chiare ed i motivi, credo completamente diversi dalle altre città, per i quali sarebbe bello se il 2020 l'offerta culturale italiana trovasse casa qui”.

“Guardandomi indietro - è la confessione del Sindaco - ho avuto il colpo di un ricordo di gioventù, grazie al quale mi innamorai ancora di più di queste terre meridionali che oggi la nostra Città rappresenta per l'occasione (e chi l'avrebbe detto?)”.

Per l’assessore Mangini “essere tra le dieci migliori città italiane come proposta culturale ha un valore enorme. Ce ne stiamo accorgendo in queste settimane. Il rinnovato orgoglio di essere bitontini che aleggia in città e sui social ci dice che questa città è viva e i suoi cittadini vogliono ambire al meglio. La pubblicità positiva che stiamo avendo non ha prezzo. Non potremmo permettercela nemmeno in cinque anni di spesa in bilancio. La promozione turistica della città è forte...fosse pure per curiosità, numerosissime sono le ricerche di Bitonto in rete”.

“Vincere o non vincere è un dettaglio ormai...un enorme dettaglio, se vogliamo, che non sposta di un 1 grammo, peró, il peso e il valore del percorso fatto finora - ha spiegato l’assessore, prima di confermare che il programma di intervento per la Capitale Italiana della Cultura verrà realizzato qualunque sia l’esito - Il nostro dossier diventerà il Piano Strategico della Cultura e del Turismo per i prossimi 10 anni. Una solida base per guardare con occhi nuovi al futuro”.

Intanto, dopo la serata dedicata a Bitonto tenutasi sabato a Roma nei saloni dell'Istituto Luigi Sturzo, sui social arrivano i primi endorsement importanti: da Silvia Mezzanotte a Dodi Battaglia, passando per i bitontini doc Bianca Guaccero e Pippo Mezzapesa, tutti i grandi artisti che hanno legato il proprio nome alla città hanno espresso il loro augurio per il progetto Bitonto Capitale Italiana della Cultura.