Svolta nelle indagini sull'omicidio Tarantino: Casadibari avrebbe raccontato tutto

di La Redazione
Cronaca
12 gennaio 2018

Svolta nelle indagini sull'omicidio Tarantino: Casadibari avrebbe raccontato tutto

Il giovane sarebbe entrato nel programma di protezione testimoni

Le indagini sulla morte di Anna Rosa Tarantino potrebbero subire presto una brusca accelerata. Stando a quanto diffuso dal Tg3 Puglia, Giuseppe Casadibari, il ventenne ferito, presunto vero obiettivo del commando che sparò a Porta Robustina lo scorso 30 dicembre, si sarebbe pentito e avrebbe raccontato tutto quello che sa agli inquirenti.

L’inviato del Tg regionale, durante il servizio andato in onda ieri, ha sostenuto che il giovane potrebbe aver fornito dettagli utili all’identificazione e all’arresto del gruppo di fuoco, nonché ulteriori informazioni riguardanti i clan in combutta, Cipriano e Conte. 

Per questo Casadibari - e la sua famiglia - sarebbero stati inseriti nel programma protezione testimoni. A conferma di ciò le testimonianze di alcuni vicini, che non vedrebbero la famiglia sin dal giorno della sparatoria. La casa dei Casadibari, nei pressi di Porta La Maya, sembrerebbe essere stata abbandonata in tutta fretta. 

Il 20enne, che aveva precedenti per droga, era stato dimesso nelle scorse ore dal Policlinico di Bari. Nei giorni appena successivi all’agguato criminale, avrebbe riferito agli inquirenti di non essersi accorto di nulla. 

Le rivelazioni di Casadibari e l'esito della ricostruzione in 3D dell’accaduto potrebbero portare a importanti sviluppi delle indagini già nelle prossime ore. Intanto Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza setacciano il territorio e continuano l’attività di contrasto alle piazze dello spaccio, che nei giorni scorsi ha portato a numerosi fermi e denunce, nonché al sequestro di ingente quantità di stupefacente.