San Sebastiano. Il comandante Paciullo: 'Fondamentale la collaborazione con Polizia e volontari'

di La Redazione
Cronaca
23 gennaio 2018

San Sebastiano. Il comandante Paciullo: 'Fondamentale la collaborazione con Polizia e volontari'

Ieri le celebrazioni in onore del santo patrono della Polizia Locale

Le celebrazioni in onore di San Sebastiano, patrono della Polizia Locale, svoltesi ieri presso i solaio dell’ex convento dei Cappuccini, hanno costituito l’occasione per tracciare un bilancio dell’attività svolta dal locale comando durante l’ultimo anno.

Il 2017 è stato un anno duro secondo il comandante Gaetano Paciullo, aperto dalla copiosa nevicata che per una settimana ha bloccato l’intero territorio cittadino e chiuso dalla tragica morte di Anna Rosa Tarantino, colpita durante una sparatoria a Porta Robustina.

“Ma il riscatto è in atto - ha precisato Paciullo - le promesse del ministro Minniti in questi giorni sono diventante realtà, come la preziosa collaborazione con le altre forze dell’ordine”. Il coordinamento con il locale Commissariato di Polizia di Stato, guidato da Fabrizio Gargiulo, e le numerose associazioni di volontariato ha consentito al Comando di portare a termine con successo l’organizzazione logistica di alcune delle manifestazioni più importanti e sentite della città: dalla complessa giornata dedicata ai Santi Medici alla fiera di San Leone, sino alle numerose iniziative culturali e musicali dell’estate bitontina.

La collaborazione è stata fondamentale per sopperire ad una cronica carenza di organico. Lo scorso anno il Comando ha avuto a disposizione solo 34 unità, con una media anagrafica di 54 anni, a fronte di almeno 80 previste per legge. A queste vanno sottratte 5, andate in quiescenza, sostituite da 2 arrivate con un contratto al momento a tempo determinato, della durata di sei mesi. “Speriamo - è stato l’auspicio del Comandante - che venga istruito un concorso per assumere nuove unità e sopperire alle perdite”.

Per Paciullo, però, il risicato gruppo di uomini a disposizione di via Dossetti ha lavorato in maniera egregia ed instancabile, nonostante gli “ingenerosi maltrattamenti” subiti perchè organo di prossimità e i numerosi ambiti di intervento. Il numero degli interventi in materia di sicurezza stradale è indicativo: nel 2017 sono stati registrati ben 143 sinistri stradali che hanno richiesto l’intervento degli uomini della PL, quasi 40 in più rispetto al 2016

La risoluzione di alcune delle criticità del corpo può arrivare sono “con il riconoscimento della parità giuridica tra le forze dell’ordine”. Un primo passo è stato fatto con le modifiche dei gradi e della nomenclatura, diventate come quelle della Polizia di Stato, e che ha portato, tra le altre cose, ad istituire la figura del vice comandante, Michele Perrulli, e del commissario capo, Silvana Dimundo. Ma la strada è ancora lunga: “non si può continuare a parlare di sicurezza ignorando queste disparità” ha concluso Paciullo.