Politiche. A Bitonto CasaPound anticipa tutti e fa partire la campagna elettorale

di La Redazione
Politica
23 gennaio 2018
Photo Credits: ilfattovesuviano.it

Politiche. A Bitonto CasaPound anticipa tutti e fa partire la campagna elettorale

6x3, gazebo per le firme. Il movimento di estrema destra sta puntando su Bitonto

Mentre il centrosinistra è alla ricerca di un candidato, CasaPound scende in piazza e fa partire in anticipo la campagna elettorale. Non sono passate inosservate le attività condotte a Bitonto dal nucleo barese del movimento di estrema destra guidato da Simone Di Stefano, che in città sta battendo sul tempo tutte le forze politiche consolidate. 

In principio è stato un 6x3 affisso nei primissimi giorni di gennaio su un impianto di cartellonistica privata in via Giorgio La Pira. Un maxi logo accompagnato da una scritta a caratteri cubitali “Prima l’Italia. Casa, lavoro, stato sociale, prima gli italiani”, che accoglie chi arriva in città da Santo Spirito o si ferma alla stazione ferroviaria Santi Medici. 

Domenica, invece, CasaPound Bari ha allestito nei pressi della centralissima Porta Robustina un gazebo per la raccolta delle firme necessarie per la presentazione delle liste alle prossime politiche.

L’iniziativa non ha raccolto importanti consensi, al netto del sostegno di qualche esponente dell’estrema destra cittadina, ma è sintomatica della nuova strategia scelta dal movimento. Dopo i successi ottenuti in alcuni Comuni del centro-nord Italia, CasaPound ha deciso di provare il grande salto e misurarsi con i territori. L’iniziativa bitontina di domenica scorsa è stata replicata a Bari, Altamura e Modugno. 

In piazza non più i duri e puri, nostalgici del ventennio, ma gruppi organizzati che dicono di ispirarsi al “fascismo sociale”, pronti a sostenere gli italiani in difficoltà. Una “nuova narrazione” che punta a racimolare il più alto consenso possibile in tempi di crisi e instabilità sociale.

Di qui gli interrogativi: la scelta di puntare su Bitonto è stata strategica o frutto di una linea che punta alla copertura completa del barese? Quali saranno le dimensioni dell’elettorato di CasaPound in città? Le risposte potranno arrivare solamente il prossimo 4 marzo.