Caos PD. Trattative ad oltranza per la chiusura del collegio bitontino alla Camera

di La Redazione
Politica
27 gennaio 2018

Caos PD. Trattative ad oltranza per la chiusura del collegio bitontino alla Camera

Prosegue la ricerca di una figura femminile da candidare

Sono ore calde per il Partito Democratico, impegnato a chiudere la lista di candidature per le politiche del prossimo 4 marzo. Definiti nella celebre direzione notturna i nomi blindati dei collegi vincenti, i segretari regionali riuniti a Roma stanno trovando la quadra sugli uninominali dati per perdenti. 

È il caso di Bitonto, Comune più popoloso del collegio uninominale Puglia 2 per la Camera, dove tutto è ancora incerto. Non sembra poter corrispondere al profilo femminile cercato il nome di Antonella Vaccaro, che tra l’altro ha smentito di essersi proposta. Così si sarebbe ancora alla ricerca di una quota rosa da spendere in città e in tutta la periferia barese, compresi i Comuni di Bitritto, Capurso, Modugno, Noicattaro, Sannicandro, Triggiano e Valenzano.

Le trattative continuano da ore e non sarebbero in pole position figure bitontine. Interessante a questo proposito la nota dei Dirigenti e Amministratori PD Terra di Bari, pubblicata in questi minuti da Pierpaolo Treglia, che protesta contro l’esclusione della parlamentare uscente Liliana Ventricelli da un posto utile nel listino proporzionale, concesso invece a Colomba Mongiello. 

Bari comunque non terrà in considerazione il nome di Francesco Ricci - indicato dalla sezione locale del partito nelle scorse ore -, a meno di clamorosi colpi di scena, magari derivanti da qualche rinuncia. Eppure i bene informati sostengono che anche il sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio, stia partecipando alle interlocuzioni in corso con Bari.

Con la situazione che cambia di ora in ora, le uniche certezze sono quelle lanciate da Repubblica, che riguardano i listini plurinominali: alla Camera il Puglia 1 sarà guidato dal capolista Marco Lacarra, mentre al Senato c’è Assuntella Messina