Valentino Losito presenta 'E la chiamano estate' a Bitonto

di La Redazione
Cultura e Spettacoli
29 dicembre 2017

Valentino Losito presenta 'E la chiamano estate' a Bitonto

L'evento si terrà a gennaio presso il foyer del Teatro Traetta

Il prossimo 4 gennaio, a partire dalle ore 18:00 presso il foyer del Teatro "Tommaso Traetta" di Bitonto, sarà presentato "E la chiamano estate", opera scritta di Valentino Losito, edito da Edizioni Secop

Il libro, antologia di racconti già presentata ufficialmente lo scorso 15 gennaio, è una raccolta di storie, personaggi grandi e piccoli, che l’autore e suo padre cantastorie hanno incontrato nel cammino della vita. Le vicende che s’incrociano hanno come filo conduttore il borgo natio, quello della cara marina di Santo Spirito.  La cittadina sul mare diventa luogo del cuore, rete di episodi, un ufficio da cui passare a ritirare ricordi smarriti per farne memoria. 

Nell’amarcord marinaro la nostalgia diventa assolutezza dialettica e, quindi, futura. Un sentimento sottile ed acuto si insinua negli occhi nel lettore che sentirà la necessità di tornare alla “villeggiatura”, cioè un tempo segnato dai ritmi della sospensione, dell’assenza, della distanza dalle cose del mondo. Losito, dunque, rinverdisce “la promessa dell’estate” cercando “nelle sere serene la carezza della sperata quiete”. 

Si tratta dell’esordio letterario di Losito, dopo 25 anni di carriera alla Gazzetta del Mezzogiorno, dove è stato capo servizio di politica interna e poi vice caporedattore centrale. Dal maggio del 2013 a ottobre 2017 è stato presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Puglia di cui era stato segretario dal 2007 al 2010. Attualmente è consigliere nazionale dello stesso Ordine.

Alla presentazione, patrocinata dal Comune di Bitonto, dal Parco delle Arti e dall'associazione culturale FOS, parteciperanno il sindaco Michele Abbaticchio, l'assessore Rosa Calò, Nicola Pice, Enzo Robles. L'evento sarà moderato dal direttore del Da Bitonto, Mario Sicolo, e sarà intervallato dalle letture di Franco Leccese