Rigenera: una best practice riconosciuta dalla Commissione Europea

Alessandra Savino
di Alessandra Savino
Cultura e Spettacoli
22 dicembre 2017
Photo Credits: Giuseppe Savino - Rigenera

Rigenera: una best practice riconosciuta dalla Commissione Europea

Il Laboratorio Urbano di Palo inserito nello studio 'Taking the future into their own hand'

In un Paese in cui ormai la fuga dei cervelli è all’ordine del giorno e sembra rappresentare l’unica alternativa ad un futuro incerto, c’è qualcuno che ha avuto il coraggio di restare per provare a scrivere una storia diversa. Nicola Vero, poco più che trentenne, tenace direttore artistico del Laboratorio Urbano Rigenera di Palo del Colle, non ha lasciato la propria terra d’origine per inseguire i suoi sogni alla volta dell’Europa ma ha fatto di meglio, ha invertito la rotta. Questa volta è stata, infatti, l’Europa a volgere il suo sguardo sulla piccola cittadina della provincia barese. Così, il nome di Rigenera pochi giorni fa è approdato a Bruxelles quale esempio di buone pratiche e coinvolgimento giovanile, un caso di successo riconosciuto dalla Commissione Europea. 

Un ambizioso risultato frutto di una ricerca che descrive l’intera esperienza dei Laboratori Urbani, e che cita quattro realtà pugliesi quali, accanto a Rigenera, Salento Fun Park di Mesagne, Artefranca di Martina Franca e Officina San Domenico di Andria, all'interno di “Taking the future into their own hands”, lo studio commissionato dalla Direzione generale Istruzione, gioventù, sport e cultura della Commissione Europea. L’obiettivo della ricerca era analizzare diversi casi di coinvolgimento e attivazione giovanile, dimostrando come tali esempi abbiano aiutato i giovani ad aumentare le proprie competenze e raggiungere le aspirazioni lavorative personali. E il Laboratorio Urbano di Palo del Colle non poteva certo essere trascurato in questa indagine che lo vede protagonista insieme alle altre tre attive realtà pugliesi. 

Nata nel 2013 all’interno del Programma Bollenti Spiriti della Regione Puglia, Rigenera oggi rappresenta un punto di incontro, confronto ed aggregazione oltre ad offrire numerose iniziative culturali che spaziano dai concerti, mostre, incontri letterari, spettacoli teatrali e tanto altro. L’ex asilo abbandonato, che dopo quattro anni appare in una forma smagliante grazie agli interventi di ristrutturazione e riqualificazione, è attualmente sede, oltre che di un’accogliente sala eventi, di un servizio di caffetteria e bistrot, ovvero Rigenera Social Kitchen&Coffee, ormai divenuto sede di appuntamenti sia fra amici che tra professionisti. Il luogo ideale per chiacchierare e anche discutere di idee e progetti condivisi in maniera informale davanti ad una tazza di caffè. Fiore all’occhiello di Rigenera è anche la libreria, da quest’anno, inoltre, punto vendita Booking per l’acquisto di biglietti di concerti nazionali. 

Ad occupare ed arricchire gli spazi del laboratorio urbano sono poi lo studio di registrazione di radio Deejay Team Web, una web radio gestita con grande passione da un gruppo di dinamici amanti del vinile, nonché la sala coworking gestita da Rigenera Incode - Comunità degli Universitari. Meta prediletta dalle giovani generazioni ma non solo, dunque, questa importante realtà a regalato a Palo del Colle e i suoi abitanti un’alternativa su più fronti. Punto di forza di Rigenera i numerosi volontari, ragazzi che, seguendo le orme di Nicola Vero, hanno scelto di restare nel proprio paese diventando protagonisti di questa storia di cui sono stati scritti soli i primi capitoli. Aspettiamo, quindi, di leggerne i prossimi.