'12 sorrisi d'autore', un calendario per finanziare i progetti di R.O.A.D.

di La Redazione
Cultura e Spettacoli
07 dicembre 2017

'12 sorrisi d'autore', un calendario per finanziare i progetti di R.O.A.D.

È nato da un'idea di Francesco Sannicandro. I ragazzi seguiti dalla Rete hanno posato con Mirabella, Mancini, Rimbamband, Mazzone, Natalizio, Campagna, Fusaro e tanti altri

Dodici mesi da passare in compagnia dei sorrisi dei ragazzi di R.O.A.D.. Da un’idea di Francesco Sannicandro è nato il calendario “12 sorrisi d’autore”, che coinvolge la rete di associazioni che si occupano di assistenza e tutela dei diritti delle persone con disabilità, con l’obiettivo di finanziare uno dei prossimi progetti di recupero di immobili sottratti alla criminalità organizzata. Con la regia dell’artista, i ragazzi assistiti dalla Rete hanno posato assieme ad artisti e personalità di rilievo del mondo dello spettacolo, dell’arte, della scienza, dello sport e della televisione.

Il risultato sono dodici mesi in compagnia di Michele Mirabella, Mimmo Mancini, Gianni Ciardo, Elisabetta Tonon, Antonio Moschetta, della Rimbamband, di Mudù, de Re Pambanelle, Raffaello Fusaro, Pino Campagna, Emanuele Natalizio de Il Patriarca, Luca Mazzone, Vincenzo Mastropirro, Michele Abbaticchio e Antonio Decaro. 

Dietro le quinte Pierfrancesco Uva, che ha curato copertina e grafica, i fotografi Nardi, Ieva, Meledandri, Fioriello, Gatti, Sibilano, Ciocia, Partipilo, Memola e Uva, assieme a Gianni De Serio che ha curato le riprese del docufilm.

I proventi del calendario saranno destinati a finanziare due progetti, con cui, nel 2016, la R.O.A.D. è stata assegnataria di due immobili sequestrati alla criminalità organizzata, per la riconversione d’uso con finalità sociali. In un immobile, con il programma “Pro.v.i…amoci insieme”, verrà realizzato un modulo di residenzialità temporanea destinato a 4/6 persone con disabilità non motoria e con sufficienti capacità cognitive, al fine di accrescere i livelli di autonomia e di autosufficienza per una vita indipendente dalla famiglia naturale di origine, con l’assunzione piena delle responsabilità connesse al distacco genitoriale anche in previsione del “Dopo di noi”. Nel secondo, invece, in continuità col progetto di vita indipendente, verrà realizzato un Bed & Breakfast gestito da persone con disabilità, al fine di potenziare le competenze connesse al percorso di inclusione lavorativa. 

Per acquistare il calendario con un contributo alla Rete e sostenere i progetti di riconversione degli immobili basta compilare il form di prenotazione disponibile qui