Venticinque anni fa l'ultimo concorso per funzionari indetto dal Comune di Bitonto

di La Redazione
Cronaca
02 novembre 2017

Venticinque anni fa l'ultimo concorso per funzionari indetto dal Comune di Bitonto

Da allora Palazzo Gentile assume solo attraverso mobilità

Sono trascorsi circa 25 anni dall’ultimo concorso per funzionari indetto dal Comune di Bitonto. A novembre del 1992 furono espletate le ultime pratiche del bando con cui Palazzo Gentile rinnovò l’intero parco personale nei vari settori amministrativi.

Il concorso fu indetto sotto l’Amministrazione guidata da Michele Coletti, coadiuvato dall’allora delegato al personale, l’ex senatore Giovanni Procacci. Grazie a quel bando, il Comune di Bitonto riuscì ad assumere circa quaranta unità, fra direttori di settore, direttori di divisione e altre figure. Molti degli assunti del ’92 sono ancora in attività e occupano ruoli importanti negli uffici amministrativi. 

Il concorso per funzionari seguì quello per Vigili Urbani, che si svolse nel 1989 e, grazie alle nuove assunzioni, portò il corpo ad una pianta organica di circa 70 unità. Numero calato drasticamente in questi anni: secondo quanto spiegato dal comandante Gaetano Paciullo in una conferenza stampa dei giorni scorsi, via Dossetti dispone di 34 unità, con una media anagrafica di 54 anni. 

Il caso Polizia Locale è emblematico dei problemi di personale che affliggono gli uffici di Corso Vittorio Emanuele. Dal ’92 le varie Amministrazioni non riescono ad aprire bandi per assunzioni definitive, vincoli di bilancio e le nuove normative in materia finanziaria hanno costretto Palazzo Gentile ad espletare procedure di assunzione solo in mobilità, grazie alla collaborazione di altri enti pubblici. 

“La normativa è cambiata ed ha bloccato molte opzioni - ha spiegato l’attuale sindaco Michele Abbaticchio - oggi possiamo procedere a concorso solo dopo aver esperito senza risultato almeno due procedure tese a recuperare personale già assunto a tempo indeterminato presso altri enti pubblici”.