L'Azienda Servizi Vari tornerà ad essere controllata da un CdA

di La Redazione
Cronaca
09 novembre 2017

L'Azienda Servizi Vari tornerà ad essere controllata da un CdA

Abbandonata la soluzione Amministratore Unico. Non sono chiari i tempi della transizione

Nonostante un bando che ha raccolto ben otto candidati alla carica di Amministratore Unico, l’Azienda Servizi Vari ha avviato il lungo iter che riporterà la società ad essere condotta da un Consiglio di Amministrazione

La partecipata comunale, che a Bitonto si occupa di gestione della raccolta e conferimento rifiuti, non sarà più guidata da un amministratore, come avvenuto negli ultimi tre anni di governance Castellano. 

Secondo le prime indiscrezioni, rilanciate già ieri dal portale Da Bitonto, il CdA sarà conforme alla nuova normativa in materia di partecipate: saranno tre i membri del consiglio, compreso il presidente, due per la parte pubblica e uno per quella privata. Gli emolumenti dei consiglieri saranno coperti da un budget che, in totale, non supererà il compenso dell’attuale Amministratore Unico. 

È ancora presto per capire l’effettiva durata della transizione, già approvata da Palazzo Gentile, considerato il carattere misto della società e gli articoli del recente D.U.P. approvato in Municipio che prevedono l’alienazione delle quote pubbliche (che costituiscono la maggioranza) in vista della costituzione (almeno sulla carta) della S.A.N.B., la società nata per controllare il ciclo rifiuti nell’ambito in cui è compresa Bitonto.