Attenzione!

Questo articolo contiene testi e/o immagini che potrebbero turbarti, se vuoi leggerlo clicca su CONTINUA, altrimenti su HOMEPAGE

 

Cosa cercano i pugliesi sui portali di porno online?

Massimiliano Dilettuso
di Massimiliano Dilettuso
Cronaca
16 novembre 2017

Cosa cercano i pugliesi sui portali di porno online?

Lo svela un'indagine di PornHub e Il Messaggero

Il mondo del porno online è in continua crescita. Ecco cosa traspare nell’ultima indagine che PornHub, la più grande piattaforma online di video hard con più di 80 milioni di visitatori al giorno, ha elaborato per conto del quotidiano italiano Il Messaggero. 

Analizzando gli insights della piattaforma in Italia, il sito web PorhHub, che racchiude importanti marchi internazionali come YouPorn e RedTube, divide la penisola in due parti: nel Centro/Sud si è piuttosto patriottici e, di fatti, la categorie più diffusa è “Italian”; mentre, il Nord cerca di sperimentare e si affida soprattutto all’Anal, al Bondage, al Transgender e al Threesome.

Nel dettaglio, in Campania si è sempre troppo tradizionalisti (“Italian” al 23% per le donne e al 29% per gli uomini), lo stesso dicasi per la Basilicata (41% per le donne e 53% per gli uomini) e Sardegna (29% per le donne e +13% per gli uomini).

In Puglia, invece, la maggior parte degli uomini preferisce gli “Amateur” (16%), mentre le donne ricercano soprattutto la categoria MILF (26%). Un dato, quello concernente le pugliesi, che potrebbe apparentemente sorprendere i lettori, ma che viene ben presto chiarito dalla psicoterapeuta dell’Istituto di sessuologia Clina di Roma, Roberta Rossi, sulle colonne de Il Messaggero: “È evidente che l’omosessualità è molto presente nelle fantasie delle nostre connazionali, ma è un dato in linea con quello mondiale: le donne hanno una fantasia più libera”.

 

 

Dunque, le signore non si fanno problemi a cercare video hard con attrici del proprio sesso. Per di più, è doveroso sottolineare che PornHub non possiede una sezione dedicata esclusivamente alle all’hard lesbo, quindi – con ogni probabilità – in questi dati è presente una grossa fetta di ricerche effettuate da donne omosessuali. 

In sostanza, le indagini fornite da PornHub, e riportate nel dettaglio su Il Messaggero mostrano gli italiani desiderosi di altri italiani. Niente interaccial, per utilizzare il gergo del mondo hard. E se le donne mostrano un apparente egocentrismo con “Lesbian”, “Mature” e “Milf” come categorie più gettonate, subito seguite dalle più prevedibili “Threesome”, “Gangbang” e “Big Dick”; gli uomini si affidano anch’essi alle “Mature” e alle tanto gettonate “Milf”, ampliando i propri orizzonti anche a “Transgender”, “Big Dick”, “Anal” e “Lesbian”. 

 

Tutte le grafiche sono state elaborate da PornHub