A Bitonto due eventi in programma per la giornata contro la violenza sulle donne

di La Redazione
Cultura e Spettacoli
24 novembre 2017

A Bitonto due eventi in programma per la giornata contro la violenza sulle donne

Uno slow mob ed una proiezione a cura di 'Io sono mia' e Fidapa

Uno slow mob e un cineforum per protestare contro la violenza di genere. Nell’ambito della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, le associazioni bitontine hanno organizzato due momenti di riflessione sul tema.

Il primo è in programma domani, 25 novembre, alle ore 19:00. “Io sono mia” ha organizzato una manifestazione-corteo, “#Portaunagonna” che partirà dalla Villa Comunale, nei pressi delle giostre. Gli organizzatori invitano i partecipanti ad indossare una gonna perchè portarla “non è un invito, non è una scusa, non è un sì. La gonna non stupra. La gonna non provoca. Le donne con le gonne non ‘se la cercano’. La violenza sessuale è fatta dagli uomini. Ma la ‘cultura dello stupro’ è responsabilità di tutti noi”.

Domenica, 26 novembre, a partire dalle ore 17:30, presso la Sala Convegni dell’ex Convento dei Cappuccini, la sezione bitontina della FIDAPA BPW-Italy - Federazione Donne Arti Professionisti Affari proietterà il film “Primo Amore”, del regista Matteo Garrone. La pellicola propone una fredda e amara riflessione sulla sopraffazione di coppia, attraverso un viaggio nell’oscurità di un rapporto malato tra due esseri che, alla fine, conservano ben poco di umano. Un amore di coppia autodistruttivo e la violenza psicologica sono il fulcro principale del film.

La proiezione del film si inserisce in un programma più ampio del laboratorio cinematografico, che le fidapine della Città di Bitonto promuovono ogni anno, sotto la guida della professoressa Lizia De Leo, socia onoraria.

Le attività si svolgeranno a pochi giorni dalla presentazione del progetto del centro per contrastare le violenze contro donne e minori"Le Rose di Atacama", che servirà l'ambito di Palo del Colle e Bitonto, a cui sarà dedicata una sede distaccata intitolata a Mariagrazia Cutrone, giovane vittima di femminicidio.