Il Partito Democratico di Bitonto non organizzerà la 'Festa dell'Unità'

di La Redazione
Politica
15 settembre 2017

Il Partito Democratico di Bitonto non organizzerà la 'Festa dell'Unità'

La 'Pescara' sta attraversando un momento delicato

La sezione locale del Partito Democratico non organizzerà la tradizionale “Festa dell’Unità”. Bitonto non ospiterà la maratona di eventi e di dibattiti a carattere politico che da anni si teneva a settembre. 

A confermalo è stato il segretario reggente Biagio Vaccaro, spiegando come la scelta della sezione derivi dalla situazione particolare in cui versa la “Pescara”, in un periodo di transizione dopo lo scossone che ha portato lo stesso Vaccaro a dimettersi e ad accettare il ruolo di reggente sino al prossimo congresso.

Una notizia che getta nello sconforto i nostalgici della politica locale, ma anche la cittadinanza, che, soprattutto negli anni scorsi, riconosceva nella “Festa” uno dei momenti di condivisione di fine estate. 

Quest’anno, però, hanno prevalso le ragioni di buon senso. Impossibile, sostengono dal partito, organizzare un evento di tale portata alla vigilia di una stagione politica decisiva per le sorti dei dem e dell’intero centrosinistra locale. Il congresso del prossimo ottobre, infatti, potrebbe rappresentare il punto di partenza per la riconciliazione delle anime della sinistra cittadina, dal mondo delle civiche che guidano l’amministrazione Abbaticchio sino proprio al PD.

Vaccaro, tuttavia, non ha escluso che, una volta terminata la fase congressuale, il circolo, in accordo con il nuovo segretario, possa decidere di organizzare un evento invernale sulla scorta della “Festa”, che si è sempre tenuta dal 1999 ad oggi.