A Rigenera due murales per ricordare Guglielmo Minervini e Pier Paolo Pasolini

Alessandra Savino
di Alessandra Savino
Cultura e Spettacoli, Video
16 settembre 2017

Sono stati realizzati dagli artisti Daniele Geniale e Rizek

Rigenera, il Laboratorio Urbano di Palo del Colle, diretto da Nicola Vero e Monica Varrese, in occasione del Festival delle Periferie, svoltosi dall’1 al 3 settembre, ha "prestato" le sue mura esterne all’estro creativo di due street artist.  Questi ultimi, nell’arco della tre giorni, fra incontri, mostre di pittura e scultura, installazioni e concerti, hanno donato un nuovo volto a Rigenera attraverso dei murales che raffigurano due uomini molto vicini alla cultura.

Daniele Geniale è l’autore dell’opera che ritrae, sulla facciata principale dell’edificio, Guglielmo Minervini, ex assessore della Regione Puglia, prematuramente scomparso lo scorso anno. Non un uomo qualunque per il Laboratorio Urbano e per tutti quei giovani che tentano di investire nel proprio futuro in Puglia. Minervini, infatti, ha lasciato un’eredità importante, quella di "Bollenti Spiriti", considerata l’operazione amministrativa più efficace messa in atto dalla Regione negli ultimi vent’anni. Un volto sorridente quello immortalato, attraverso l’originale tecnica stencil da Geniale, che infonde fiducia nel futuro.

Ad accompagnare il secondo murales, realizzato dallo street artist Rizek su una delle pareti laterali di Rigenera, le note di “Una storia sbagliata” di Fabrizio De Andrè ed i versi del film “La rabbia” di Pier Paolo Pasolini. L’opera vuole, infatti, omaggiare proprio lui, l’autore di “Ragazzi di Vita”, uno di maggiori intellettuali del Ventesimo secolo. Il suo volto è ben riconoscibile nel gioco di luci e ombre che caratterizza il tratto di Rizek. E per i più tecnologici è presente, accanto al murales, anche il QR code che rimanda alla pagina di Wikipedia su Pasolini mediante l’app scaricabile sullo smartphone.

Dunque, sotto lo sguardo onnipresente di un grande artista ed un politico illuminato, Il Laboratorio Urbano di Palo del Colle continuerà a portar avanti la sua rigenerazione delle periferie, quelle parti di città tanto care ai romanzi di Pasolini quanto alle riforme di Minervini.