‘Take Off’: combattere i pregiudizi col rap

Massimiliano Dilettuso
di Massimiliano Dilettuso
Cronaca, Cultura e Spettacoli, Video
03 agosto 2017

Il brano di Tatiana, Andrea, Gaetano e Gabriele spopola su YouTube: “Attraverso la musica si possono abbattere le diversità e i pregiudizi presenti nella nostra società”.

Quattro ragazzi e una passione comune per la musica: nasce così “Take Off”, primo singolo di Tatiana Gjeci in collaborazione con Cles e Unknown.

Tutto parte lo scorso febbraio tra i banchi di scuola del Liceo Linguistico “Carmine Sylos” di Bitonto durante le ore di alternanza scuola-lavoro: è proprio in questa occasione che Andrea Mummolo, mente dell’intero progetto, trova la giusta ispirazione per la stesura del suo primo pezzo autoprodotto: “Ero a scuola e un ragazzo che attualmente lavora con i social network ci ha parlato di quanto sia importante non avere paura del giudizio degli altri quando si porta avanti un proprio progetto. In quel momento ho pensato di scrivere una canzone che trattasse del connubio tra pregiudizio e orgoglio. Infatti è proprio grazie all’orgoglio che si riescono a superare tutti i pregiudizi”.

“Così ho pensato subito a Tatiana che, con le sue grandi capacità, avrebbe sicuramente potuto aiutarmi nella realizzazione di questo pezzo” spiega Andrea Mummolo ai taccuini di BitontoTv.

È proprio l’unione tra la diciottenne di origini albanesi Tatiana e il diciassettenne Andrea a dar vita al progetto: “Sono alla mia prima esperienza perché non ho mai studiato canto, ma adoro la musica e canto in ogni momento della giornata – rivela la giovane voce di ‘Take Off’ – È stata mia madre a trasmettermi questa passione. In questo pezzo ho cercato di fare mio uno stile diverso, ma il tema della canzone mi è subito piaciuto perché attraverso la musica si possono davvero abbattere le diversità e i pregiudizi presenti nella nostra società”.

La canzone è stata pubblicata su YouTube, con annesso videoclip a cura di Davide Saponieri e Giuseppe Antonelli, e con il supporto di Remmore Studio e Saverio Valrossi, il 24 luglio scorso: si tratta di un misto tra rap e raggae con tre stili diversi – molto diffusi tra il pubblico giovanile – congiunti da un unico tema. Tatania cura il ritornello e la parte più melodica, mentre Gaetano Marinelli – alias Cles – e Gabriele Savino – aka Unknown –  rappano le ultime due strofe del brano.

“Ho maturato esperienza nel freestyle partecipando ad alcuni contest locali e quando Andrea mi ha chiamato sono subito stato entusiasta di prendere parte a questo progetto” ha commentato Cles “Anche io ho accettato senza pensarci due volte – aggiunge Unknown – L'idea di creare un pezzo formato da diverse tipologie musicali mi entusiasmava. La strofa per me ha un significato molto importante poiché delinea i tratti morali della nostra generazione e del contesto sociale in cui vivo. Attraverso la filosofia e i latinismi faccio presente all'ascoltatore il mio dissenso nei confronti del contesto socio-generazionale che mi circonda, formato da diverse categorie di persone. Io, un po' come il giovane Werther, non riesco ad identificarmi e ad inserirmi in questo contesto poiché guardo il mondo da un punto di vista molto differente”.

Il brano ha raggiunto, in poco più di una settimana, quasi 6.000 visualizzazioni e ascolti provenienti non solo da diverse zone dell’Italia ma anche da Albania, Germania, Croazia, Stati Uniti, Spagna, Grecia, Australia, Paesi Bassi e Arabia Saudita. “La nostra canzone si chiama ‘Take Off’ perché speriamo di poter ‘decollare’, ‘spiccare il volo’. Purtroppo, a Bitonto non ci sono tante possibilità per noi ragazzi emergenti destinati ad ancorare le passioni nelle nostre stanzette – dichiarano i giovani – ma in autunno usciremo con un nuovo singolo: saremo sempre noi quattro più un ospite internazionale”.

“Con altri artisti, Tatiana compresa, sto creando il mio primo mixtape e sono in programma due date nei prossimi mesi in cui suoneremo live. Spero vivamente che la nostra musica si diffonda e che la gente si rispecchi nei miei testi e colga i messaggi morali” prosegue Unknown. Ma prima di iniziare a registrare il loro prossimo lavoro, Tatiana, Andrea , Gaetano e Gabriele si godono il successo inaspettato: “Con una penna, un foglio, un microfono e tanti giovani appassionati come noi abbiamo creato davvero un bel lavoro, anche se siamo consapevoli che abbiamo ancora tanto da imparare. Il nostro ringraziamento va a tutte le persone che hanno creduto in noi fin dal primo giorno”.