La replica integrale della XVII edizione del Beat Onto Jazz Festival

La Redazione
di La Redazione
Cultura e Spettacoli
05 agosto 2017

La replica integrale della XVII edizione del Beat Onto Jazz Festival

La rassegna jazz si è conclusa ieri sera

Quattro giorni, otto ensemble musicali regalati alla città. Questi i numeri della XVII edizione del Beat Onto Jazz Festival, ormai tra le kermesse musicali più riuscite del nostro meridione, conclusasi ieri sera con la presenza di una superlativa Diane Shruur. Il festival,  organizzato dall’Associazione Musicale InJazz presieduta da Emanuele Dimundo, come di consueto ha attirato in città gente da ogni dove, sottolineando la magia di Piazza Cattedrale. Tutte le serate sono state introdotte da Alceste Ayroldi, critico musicale e penna di spicco di alcune importanti riviste nazionali jazz e da sempre collaboratore del Beat Onto Jazz.

 

La replica della prima serata

 

La replica della seconda serata

 

La replica della terza serata

 

La replica della quarta serata

 

Dal  primo al quattro Agosto la kermesse ha portato in città alcune tra delle stelle del panorama jazz italiano e internazionale, come Maurizio Rolli e la sua band, Mirko Signorile e il suo quartetto, il trio Cercle Magique, Pierluigi Villani e il suo quintetto. Per non dimenticare la prima assoluta pugliese e l’esclusiva italiana per il celebre pianista tedesco americano Marque Lowenthal. Fiore all’occhiello di questa edizione, la presenza del leggendario batterista Peter Erskine e quello della regina del Jazz Diane Shuur.

Un festival che è un dono, una possibilità, un’occasione per chi, lontano da questo, non ascolterebbe un genere tanto bello quanto di nicchia.