Dopo le Amministrative si inaugura la consiliatura

Massimiliano Dilettuso
di Massimiliano Dilettuso
Politica
01 agosto 2017
Photo Credits: Lisa Fioriello

Dopo le Amministrative si inaugura la consiliatura

La maggioranza di Abbaticchio affida a Vito Labianca la Presidenza dell'assise

Si è tenuta ieri mattina la prima seduta del nuovo Consiglio Comunale del Comune di Bitonto. All’assemblea inaugurale, condotta momentaneamente dal consigliere anziano Gaetano Bonasia (PD), hanno partecipato i ventitré consiglieri neoeletti – unico assente Pasquale Castellano (“Progetto Comune Viviamo la Città”), ndr – più tutti i componenti della Giunta, resa nota alcuni giorni fa dal sindaco rieletto Michele Abbaticchio.

La riunione, come prevede la normativa, è stata puramente tecnica ed è ruotata attorno all’elezione del Presidente dell’assise. Prima di procedere alla votazione, il consigliere di minoranza Francesco Scauro (“PSI”) ha avanzato una proposta al primo cittadino: “Chiedo al Sindaco che ci venga offerta possibilità di poter votare un Presidente del Consiglio Comunale che ci rappresenti tutti. Il suo ruolo è abbastanza importante perché svolge tante funzioni ed è investito del potere di assicurare le leggi e mantenere l’ordine”. “Per coprire questo ruolo occorrono persone di una certa esperienza – ha aggiunto – ed è per questo motivo che chiediamo che questa elezione non sia un mero atto di scelta preconfezionata”.

La mozione del consigliere Scauro è stata respinta dal primo cittadino perché “la coalizione ha ritenuto che Vito Labianca (“Iniziativa Democratica”) avesse le giuste competenze per essere il candidato alla presidenza comunale”.

L’appello dell’ex assessore al Welfare è stato condiviso anche da Carmela Rossiello (Forza Italia), che ha espresso tutto il suo rammarico in merito alla decisione del Sindaco: “Sono pentita del fatto che non si possa scegliere un nome comune. Noi della minoranza siamo sempre costretti a seguire questo teatrino di nomi e cognomi scelti dall’alto”.

Unica voce della maggioranza a  sostegno della candidatura del consigliere Labianca è stata, invece, quella di Christian Farella (“Direzione Bitonto”), “credo che il nome di Vito Labianca sia il più adatto a ricoprire la carica di presidente di questa assise”.

Le prime due votazioni – per le quali il quorum era dei 2/3 delle preferenze totali, pari a 17 voti – sono state nulle: alla prima ci sono state 24 schede bianche, mentre alla seconda 21 schede bianche e 3 voti per il consigliere Farella.

La fumata bianca è arrivata alla terza consultazione – con quorum abbassato al 50% delle preferenze, pari a 13 voti, ndr – quando ben 14 consiglieri hanno espresso la propria preferenza proprio per il consigliere Vito Labianca.

Sarà quindi il rappresentate di Iniziativa Democratica in consiglio a guidare la massima assise nel corso di questo mandato, e potrà contare sull’appoggio di Giuseppe Santoruvo (70032 Città in Movimento) come vicepresidente vicario e di Antonella Vaccaro (PD) come vicepresidente.

Prima della sosta estiva l’emiciclo tornerà a riunirsi, molto probabilmente già in questa settimana. C’è da approvare il rendiconto di gestione e un punto legato alla SANB, già inseriti nell’ordine del giorno del Consiglio convocato lo scorso 9 giugno, a due giorni dal voto per le Amministrative, e andato deserto.