Come US Bitonto e Omnia si stanno preparando al prossimo campionato

Massimiliano Dilettuso
di Massimiliano Dilettuso
Sport
26 agosto 2017

Come US Bitonto e Omnia si stanno preparando al prossimo campionato

Le due squadre si affronteranno in Eccellenza Puglia

Il prossimo campionato di Eccellenza Puglia 2017/2018 è ai nastri di partenza e la città di Bitonto sarà rappresentata, per la prima volta in assoluto, da due sodalizi: gli storici leoni neroverdi dell’U.S. Bitonto 1921 da una parte e la giovane sorpresa del calcio pugliese A.S.D. Omnia Bitonto dall’altra. 

In attesa dell’esordio in Coppa Italia del prossimo 3 settembre e della prima gara di campionato fissata al 10 settembre, le due squadre nostrane hanno messo a punto le rose che, salvo sorprese dell’ultimo minuto, affronteranno la prossima stagione sportiva. 

L’U.S. Bitonto riparte lasciandosi alle spalle il ricordo della brillante annata sportiva 2016/2017, quando i neroverdi sono stati ad un passo dalla tanto agognata promozione in Serie D poi sfumata due volte: la prima nella regular season a margine della sconfitta per 6-1 contro l’Audace Cerignola (poi promossa in Serie D, ndr); la seconda nella finale regionale dei play-off persa per 1-0 contro il Team Altamura – anch’essa neopromossa in D, ndr –.

Tuttavia, la stagione sportiva che si accinge a partire sarà con ogni probabilità ben diversa da quella conclusasi lo scorso maggio: infatti, la cordata capeggiata dall’imprenditore Franco Giordano, che lo scorso anno aveva preso le redini e finanziato il sodalizio, ha abbandonato il progetto all’indomani del risultato finale conseguito dai leoncelli. Così il patron Francesco Paolo Noviello, già presidente onorario del team, tornerà a ricoprire la massima carica societaria prendendo il posto di Tina Aluisio, che proprio nel luglio 2016 aveva assunto la carica di presidente. Eppure lo stesso Noviello, volto storico della dirigenza neroverde, si è detto più volte disponibile a cedere il titolo del blasonato leone qualora ci fossero imprenditori seri pronti a rilevarlo. Ma, stando a quanto traspare sino ad oggi, nessuno ha avanzato proposte tali da convincere il patron neroverde, che a sua volta ha promesso ai tifosi – in una conferenza stampa dello scorso 7 luglio – di “non poter replicare la gloriosa stagione dello scorso anno, ma di puntare quantomeno ad una salvezza tranquilla”. 

Proprio dalle parole di Noviello è partita la campagna acquisti dell’U.S. Bitonto, che ha dapprima affidato la panchina a Gino Zinfolllino, tecnico andriese ex Unione Calcio Bisceglie con cui ha centrato la finale di Coppa Italia di Eccellenza, e poi confermato gli storici capisaldi della squadra: capitan Vincenzo Modesto, Oronzo BonasiaNicola De Santis, Matteo Camasta, Gennaro Manzari, Nando Terrone. Ci saranno anche gli under bitontini Vincenzo PagoneEzio Elia che si sono affermati proprio nella scorsa stagione.

I principali nuovi volti della rosa neroverde, invece, saranno: Marino Faliero, classe ’96 con esperienza in Eccellenza ex Sudest Locorotondo e Noicattaro; Michele Piperis, classe ’94 ex Locorotondo; Ivan Lillo, classe ’98 proveniente dalla Juniores dell’U.S. Bitonto; Vincenzo Antonacci, classe ’98 ex Berretti del Matera e Bolzano in Serie D; Paolo Russo, classe ’95 ex di Atletico Mola e Molfetta Sportiva in Eccellenza; Paride Addario, classe ’91 ex Serie C con Gavorrano e Foggia; Michele Aprile, classe ’93 ex Serie D con Bisceglie, Riccione e Fidelis Andria; Fabio Moscelli, classe '76, ex Bitonto, Treviso in Serie B, e Avellino, Catanzaro, Brindisi in Serie C.

Anche il reparto under – indispensabile per un team che si appresta a disputare la Serie A del calcio pugliese – è stato rinforzato da giovani leve del calcio pugliese, tre su tutti: Giovanni Genchi, classe ’99 ex settore giovanile del Monopoli e dell’Hellas Verona; Michele Terrevoli, classe ’00 ex giovanili del Bari e Riccardo Colasuonno, classe 1999 proveniente dalle giovanili di Fidelis Andria e Barletta.

In sostanza, sarà questa la rosa che – salvo colpi last minute del ds Francesco Morgese –gareggerà nel prossimo campionato: un team candidato ad essere una delle possibili sorprese dell’intero torneo, che tenterà di rendere vita difficile alle compagini più attrezzate che puntano al titolo.

Sorte completamente diversa per la giovane Omnia Bitonto che, alla sua prima apparizione in assoluto nel massimo livello del calcio pugliese, sarà – con ogni probabilità – tra le protagoniste assolute del campionato di Eccellenza Puglia. Infatti, dopo aver centrato due promozioni consecutive dalla Prima Categoria all’Eccellenza e aver perso la finalissima della Coppa Italia di Promozione contro il Città di Fasano, il sodalizio del patron Francesco Rossiello non ha intenzione di fermarsi ed anche quest’anno ha allestito un team di tutto rispetto che si pone l’obiettivo di centrare ancora una volta l’obiettivo promozione.

La gestione della squadra sarà affidata per il terzo anno consecutivo al tecnico Benny Costantino; confermati anche alcuni dei big che hanno trionfato nello scorso campionato di Promozione: primo su tutti, capitan Nicola De Santis, seguito da Massimo Fumai, Gianluca Loseto, Ababacar Diagne, Vito Vitucci, Nicola Fumai, Pepè LacarraFrancesco Rubini e Tony Gernone.

Per quanto concerne gli acquisti portati a termine dal ds Leonardo Rubini, spiccano i nomi di Nicola Loiodice, classe ’92 ex Audace Cerignola in Eccellenza e Andria Bat in Serie C; Francesco Cosimo Patierno, classe ’91 ex Gravina, Nardò e Teramo in Serie C2; Fabio Campanella, classe ’83 ex U.S. Bitonto; Gianni Montrone, classe ’86 dal Team Altamura ed ex Martina Franca in Serie D; Antonio Caprioli, classe ’92 ex Bisceglie in Eccellenza e Melfi in C2; Onny Turitto, classe ’91 ex U.S. Bitonto; Angelo Logrieco, classe ’86 ex Matera in Lega Pro e Team Altamura in Eccellenza;  Arcangelo Barone, classe ’98 cresciuto nel settore giovanile del Bari ed ex di U.S. Bitonto e Noicattaro in Eccellenza.

Una rosa, quella della matricola Omnia Bitonto, che darà sicuramente filo da torcere alle altre compagini pugliesi e che può permettersi di sognare in grande. Inoltre, i ragazzi di Costantino torneranno a disputare le proprie partite casalinghe nel “Città degli Ulivi”, rimarcando sempre più la proprie radici bitontine.