Allerta terrorismo. Non solo eventi, dalla Prefettura: 'Attenzione ai luoghi di ritrovo'

di La Redazione
Cronaca
21 agosto 2017
Photo Credits: Annamaria Frascella

Allerta terrorismo. Non solo eventi, dalla Prefettura: 'Attenzione ai luoghi di ritrovo'

Riunione a Bari dopo i fatti di Barcellona. Sotto esame le piazze della movida

Dopo i fatti di Barcellona bisognerà fare più attenzione ai luoghi di ritrovo e di aggregazione. È quanto consiglia la Prefettura di Bari che, nella giornata di sabato, ha convocato un’assemblea straordinaria del Comitato per l'Ordine e la Sicurezza, a cui hanno partecipato i rappresentanti dei Comuni dell’intera area metropolitana di Bari.

L’attentato in Cataglona, identico per modalità a quello di Nizza, avvenuto lo scorso anno, ha fatto salire il livello di allerta in tutta Europa, specialmente in Italia e a Bari, dove, nonostante non siano mai stati registrati episodi di questo tipo, negli ultimi mesi gli investigatori hanno portato alla luce numerose attività legate alla strategia del terrore che imperversa in Europa.

Non bisognerà più prestare attenzione soltanto ai grandi eventi - per cui già da un mese valgono le predisposizioni della circolare Gabrielli in materia di pubblica sicurezza - ma dovrà essere garantita un’attività di controllo costante. Perchè i terroristi hanno dimostrato di poter colpire all’improvviso.  

“Ci è stato chiesto di rivolgere le nostre attenzioni ai luoghi di sosta quotidiana” ha spiegato l’assessore Rosa Calò, delegata del sindaco Michele Abbaticchio all’incontro barese. In questo senso sotto la lente delle autorità potrebbero finire i luoghi della movida, concentrati perlopiù nel centro antico, che, di sera, accolgono numerosi cittadini e avventori dei paesi limitrofi. 

Garantire un controllo capillare, tuttavia, non sarà affatto facile, soprattutto in virtù dei problemi di organico di cui soffrono le forze dell’ordine locali. Ecco perchè dall’incontro è emersa la necessità di uno scambio più intenso e fruttuoso di informazioni investigative, ma anche di uomini e mezzi. A tal proposito è stata avanzata l’ipotesi di un coordinamento tra i comandi di Polizia Locale del territorio che sarà oggetto di un incontro che si svolgerà quest’oggi, a cui parteciperà il comandante della sezione bitontina Gaetano Paciullo.