È stato proclamato il Consiglio Comunale

Filippo Lovascio
di Filippo Lovascio
Politica, Elezioni Amministrative 2017
26 luglio 2017

È stato proclamato il Consiglio Comunale

Lunedì la prima seduta. Abbaticchio: 'Banca di idee per il futuro della città'

Fiat lux. Dopo più di quaranta giorni dalla conclusione del voto delle Amministrative, si è tenuta ieri nella sala consiliare di Palazzo Gentile la proclamazione dei consiglieri che andranno a formare per i prossimi cinque anni il Consiglio Comunale di Bitonto.

Il presidente dell’Ufficio Elettorale, Giuseppe Montemurro, che ha guidato l’iter di controllo dei voti condotto nel corso dell’ultimo mese, ha dichiarato che non si sono verificate incongruenze nella procedura di voto, che è stato convalidato. Ha inoltre confermato che non sono venute meno le condizioni di elegittibilità e compatibilità per nessun consiglieri, commentando inoltre positivamente la grande disponibilità degli uffici del Comune. Mentre il sindaco, Michele Abbaticchio, ha voluto ringraziare la macchina comunale, augurando un buon lavoro a tutti i consiglieri, con l’augurio che il prossimo sia un consiglio “in cui ci sia discussione, con cui creare una banca di idee per il futuro della città”. 

Nella mattinata sono state ufficializzate anche le ultime nomine della giunta, visto che prima della proclamazione dei consiglieri eletti erano stati formalizzati solo i nomi di Federica Fiorio, delegata a Bitonto 2020, Pianificazione urbanistica, Opere pubbliche strategiche, A.P.P.E.A e Sviluppo tecnologico, e di Rino Mangini (Marketing territoriale, Turismo, Festival, Eventi, Governo partecipato e Polizia municipale). 

Come già annunciato da BitontoTv nei giorni scorsi, sono stati riconfermati Marianna Legista (“Riformisti Cattolici Popolari”), che sarà delegata alle Pari Opportunità, alla Città dei Bambini, ai Servizi Demografici e allo Sviluppo della Attività Artigianali, e Rosa Calò (“Città Democratica”) che, invece, prenderà possesso delle deleghe alle Politiche Ambientali, al Personale, ai Beni Culturali, alla Mobilità Sostenibile e allo Sviluppo Rurale. Nella squadra della Giunta per il Welfareè stato confermato Gaetano De Palma (“Progetto Comune Viviamo la Città”), Domenico Nacci (“La Puglia in Più”) guiderà l’assessorato al Bilancio, alla Programmazione Economica e al Patrimonio, mentre lo psicologo Vincenzo Gesualdo (“Tra la Gente - Avanti con Michele Abbaticchio”) sarà il delegato per Pubblica Istruzione e Affari Generali (Contenzioso, Appalti, Anticorruzione).

Sono 24, invece, i consiglieri eletti. Nella maggioranza a sostegno di Abbaticchio figurano Emanuele Abbatantuono, Arcangelo Putignano e Angela Saracino (“Tra la Gente - Avanti con Michele Abbaticchio”), Maria Milo Milo e Vito Labianca (“Iniziativa Democratica”), Marianna Legista e Fabio Fiore (“Riformisti Cattolici Popolari”), Giuseppe Fioriello e Giuseppe Santoruvo (“70032 Città in Movimento”), Gaetano De Palma e Pasquale Castellano (“Progetto Comune Viviamo la Città”), Domenico Incantalupo (“Bitonto Solidale”), Christian Farella (“Direzione Bitonto”), Rosa Calò (“Città Democratica”), Domenico Nacci (“La Puglia in Più”). 

Per le nomine assessorili, subentrano però alcuni consiglieri: al posto di Domenico Nacci entra per “La Puglia in Più” Massimo Lacetera; Emanuele Avellis sostituisce Marianna Legista per “Riformisti Cattolici Popolari”; Francesco Brandi supplisce a Rosa Calò per “Città Democratica”; Giuseppe Maiorano al posto di Gaetano De Palma per “Progetto Comune Viviamo la Città”.

In opposizione abbiamo Antonella Vaccaro e Gaetano Bonasia (“Partito Democratico”), Cataldo Ciminiello (“Movimento 5 Stelle”), Emanuele Sannicandro, Cosimo Bonasia e Michele Daucelli (“Insieme per la Città”), Carmela Rossiello (“Forza Italia”), Michelangelo Rucci (“Governare il Futuro”) e Francesco Scauro (“Partito Socialista Italiano”).

La prima seduta del nuovo Consiglio Comunale dell’Abbaticchio-bis sarà celebrato, con ogni probabilità, nella mattinata di lunedì 31 luglio, in cui la ricapitalizzazione della SANB, rimandata da giugno, risulta ormai inevitabile.