'Morire come schiavi'. La storia di Paola Clemente diventa un libro

di La Redazione
Cultura e Spettacoli
22 luglio 2017

'Morire come schiavi'. La storia di Paola Clemente diventa un libro

Lunedì la presentazione del testo di Enrica Simonetti. Durante la serata sarà esposto il reportage sul caporalato realizzato da BitontoTV

Nell'ambito della rassegna promossa da Libera "E!state Liberi!", lunedì 24 luglio sarà presentato presso il Chiostro di San Domenico, a partire dalle ore 20:00, “Morire come schiavi. La storia di Paola Clemente nell’inferno del caporalato”, il libro-inchiesta della giornalista della Gazzetta del Mezzogiorno Enrica Simonetta.

Il testo narra le vicende di Paola Clemente, morta a quarantanove anni nei campi di Andria in un'estate piena di sole, sotto una cappa di silenzi e omertà che ha permesso a qualcuno di utilizzare le sue braccia per troppo tempo, con la ricompensa di due euro all'ora e nessun diritto. Paola. Ma anche molti altri: il libro racconta le vicende di uomini e donne, braccianti stagionali sfruttati in modo vergognoso da caporali e mediatori capaci di produrre contratti fasulli. In questo viaggio on the road, o meglio in the fields, dal Gargano alla Calabria, si raccontano le storie di tante donne pugliesi, calabresi, lucane, di numerosi immigrati africani o rumeni, arrivati in Italia con la promessa di un lavoro sicuro. 

Un viaggio sociale utile a scuotere le coscienze sul tema del caporalato, che ogni estate torna prepotente sulle prime pagine dei giornali. Durante la serata saranno esposte le foto che compongono il reportage “In da Ghetto”, realizzato nel 2016 da Lisa Fioriello, Savino Carbone e Antonio Valenza direttamente nei ghetti di Rignano Garganico e Nardò (clicca qui per vedere il lavoro completo). 

L’evento sarà moderato da Valentino Losito, presidente dell’Ordine dei Giornalisti di Puglia, e prevede l’intervento di Azmi Jarjawi, segretario regionale Flai Puglia.