Lunedì il primo Consiglio Comunale dell'Abbaticchio bis

di La Redazione
Politica
28 luglio 2017

Lunedì il primo Consiglio Comunale dell'Abbaticchio bis

La seduta è stata convocata alle ore 9:00

È stato convocato per lunedì 31 luglio, alle ore 9:00, il primo Consiglio Comunale dell’Abbaticchio bis. La chiamata è arrivata dopo la proclamazione degli eletti, arrivata nei giorni scorsi. 

Alla prima seduta dell’assise parteciperanno: Emanuele Abbatantuono, Arcangelo Putignano e Angela Saracino (“Tra la Gente - Avanti con Michele Abbaticchio”), Maria Milo Milo Vito Labianca (“Iniziativa Democratica”), Emanuele Avellis e Fabio Fiore (“Riformisti Cattolici Popolari”), Giuseppe Fioriello e Giuseppe Santoruvo (“70032 Città in Movimento”), Pino Maiorano Pasquale Castellano (“Progetto Comune Viviamo la Città”), Domenico Incantalupo (“Bitonto Solidale”), Christian Farella (“Direzione Bitonto”), Francesco Brandi (“Città Democratica”), Massimo Lacetera (“La Puglia in Più”), Antonella Vaccaro e Gaetano Bonasia (“Partito Democratico”), Cataldo Ciminiello (“Movimento 5 Stelle”), Emanuele SannicandroCosimo Bonasia e Michele Daucelli (“Insieme per la Città”), Carmela Rossiello (“Forza Italia”), Michelangelo Rucci(“Governare il Futuro”) e Francesco Scauro (“Partito Socialista Italiano”).

Durante la seduta di lavori si dovrà adempiere alla convalida degli eletti e ai giuramenti ufficiali del primo cittadino e dei 24 consiglieri. Inoltre, come in tutti i Comuni con una popolazione superiore ai 15.000 abitanti – come Bitonto, ndr – durante la prima seduta si dovrà eleggere il Presidente dell’assise. 

In seguito, il Sindaco comunicherà all’assemblea la composizione della Giunta e presenterà, a grandi linee, il programma relativo alle azioni e ai progetti da realizzare nel corso del mandato quinquennale.

II Consiglio potrà esprimersi sull’esistenza o meno di cause ostative all’esercizio dell’elettorato passivo dei suoi componenti. Nei giorni successivi, molto probabilmente il nuovo Presidente del Consiglio convocherà l'assise per discutere di alcuni provvedimenti finanziari e per altri adempimenti, come la creazione delle Commissioni Consiliari.