Fer Live. Il Comitato: 'Il Sindaco intervenga in Città Metropolitana e faccia revocare la proroga'

di La Redazione
Cronaca
29 luglio 2017

Fer Live. Il Comitato: 'Il Sindaco intervenga in Città Metropolitana e faccia revocare la proroga'

Intanto 'Ambiente è vita' si unisce al gruppo

Il Comitato contro Fer Live ha chiesto al sindaco Michele Abbaticchio di intervenire affinché la Città Metropolitana ritiri in autotutela il provvedimento di proroga della V.I.A. al progetto di discarica

L’annuncio è stato dato dal gruppo con una nota diffusa a mezzo stampa nelle scorse ore. “Il Coordinamento, con documento protocollato al Comune di Bitonto in data 07/07/2017 e sottoscritto da tutte le associazioni e partiti politici aderenti, ha chiesto di intraprendere due strade - spiega il Comitato nel comunicato - una, già presa in considerazione dall’Amministrazione comunale con ricorso al TAR Puglia, e l’altra per proporre e sollecitare la richiesta alla Città Metropolitana da parte del Sindaco di Bitonto della revoca della determinazione dirigenziale n. 3346 del 14/06/2017 attraverso un procedimento di autotutela”. Tale procedimento sarebbe “il percorso più efficace e non comporta ulteriori oneri per le tasche dei cittadini bitontini, che darebbe un reale taglio netto alla realizzazione del progetto Fer Live, evitando di allungare i tempi con l’attesa della sentenza di un tribunale in merito ad una importante decisione sulla salute e sulla tutela dell’ambiente, fortemente compromessi da questa tipologia di impianti”.

Il Comitato sottolinea anche il fatto che la Città Metropolitana non sia intervenuta durante la seduta della V Commissione Consiliare del Consiglio Regionale della Puglia, tenutasi nei giorni scorsi: “Stupisce che proprio i vertici e il dirigente amministrativo, firmatario della determinazione dirigenziale con cui la Città Metropolitana (servizio tutela e valorizzazione dell’ambiente) ha concesso la proroga dei termini della Valutazione d’Impatto Ambientale alla Fer Live, non abbiano proferito parola né abbiamo motivato la loro assenza”.

Nel frattempo il Coordinamento del Comitato si è riunito per dar spazio a nuove adesioni. Si è unito alla battaglia anche il comitato in difesa dell’ambiente “Ambiente è vita”, rappresentato dall’avvocato e presidente Maria Rosa Lauta.